Apri il menu principale

Louis-Florent Gillet

religioso belga

BiografiaModifica

Entrato nella Congregazione del Santissimo Redentore nel 1834 (prese i voti il 20 ottobre 1835), compì gli studi teologici e filosofici presso il seminario di Saint-Trond e il 10 marzo 1838 venne ordinato sacerdote a Liegi.[1]

Nel 1843 partì come missionario per gli Stati Uniti d'America e si dedicò all'apostolato presso la popolazione di lingua francese della diocesi di Detroit:[1] nel 1845 fondò le Ancelle del Cuore Immacolato di Maria, una congregazione di suore insegnanti che si diffuse rapidamente negli stati del Michigan e della Pennsylvania.[2]

Tornato in Europa, lasciò i redentoristi e nel 1858 entrò (adottando il nome di Celestino) tra i cistercensi della congregazione di Sénanque: morì presso l'Abbazia di Altacomba. Nel 1929 i suoi resti vennero traslati presso la casa madre delle Ancelle del Cuore Immacolato di Maria, a Monroe.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c A. Sampers, DIP, vol. IV (1977), col. 1185.
  2. ^ G. Rocca, DIP, vol. I (1974), col. 558.

BibliografiaModifica

  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN53797109 · ISNI (EN0000 0000 6128 8045 · LCCN (ENno2001025776 · WorldCat Identities (ENno2001-025776