Apri il menu principale

Love's Conquest

film del 1918 diretto da Edward José
Love's Conquest
Lina Cavalieri - postcard.jpg
Cartolina pubblicitaria di Lina Cavalieri
Titolo originaleLove's Conquest
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1918
Durata5 rulli
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generedrammatico
RegiaEdward José
Soggettodal lavoro teatrale Gismonda (1894) di Victorien Sardou
SceneggiaturaCharles E. Whittaker
ProduttoreAdolph Zukor (presentatore)
Casa di produzioneFamous Players-Lasky Corporation
FotografiaHal Young
Interpreti e personaggi

Love's Conquest è un film muto del 1918 diretto da Edward José.

Fu il primo dei tre film che Lina Cavalieri girò diretta da Edward José. Gli altri due sono A Woman of Impulse del 1918 e The Two Brides del 1919.

Gismonda, lavoro teatrale di Victorien Sardou, fu portato in scena per la prima volta il 31 ottobre 1894 a Parigi, al Théâtre de la Renaissance, con protagonista Sarah Bernhardt[1].

TramaModifica

In Grecia, nel 1500. Gismonda, duchessa di Atene, deve resistere all'assalto di una teoria di pretendenti che aspirano alla sua mano. Uno di questi è il principe Zaccaria che vuole mettere le mani sulla città di Atene. Rapisce di conseguenza il piccolo Francesco, il figlio di Gismonda ed erede al trono, e lo getta in un pozzo che è la tana di un leone. Disperata, Gismonda si offre di sposare chiunque riuscirà a salvarle il figlio. L'impresa riesce ad Almerio, un cacciatore di umili natali. La duchessa, però, si rifiuta di sposare un plebeo. Per convincerlo, si reca una notte alla capanna del cacciatore dove viene vista da Zaccaria e dal suo tirapiedi, Gregoras. Il principe tenta di uccidere Almerio, ma viene pugnalato da Gismonda. Quando viene a sapere che il principe era il responsabile del rapimento del suo bambino, la duchessa fa arrestare Gregoras. Poi, proclamato duca Almerio, annuncia le loro nozze.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla Paramount Pictures e dalla Famous Players-Lasky Corporation, uscì nelle sale cinematografiche USA il 21 maggio 1918. Negli Stati Uniti è conosciuto anche con il titolo alternativo Gismonda.

La pellicola viene considerata presumibilmente perduta[2].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema