Lucio Postumio Albino Regillense

politico romano

Lucio Postumio Albino Regillense (... – ...; fl. IV secolo a.C.) è stato un politico romano.

Lucio Postumio Albino Regillense
Tribuno consolare della Repubblica romana
Nome originaleL. Postumius Albinus Regillensis
GensPostumia
Tribunato consolare389 a.C., 381 a.C.

Primo tribunato consolareModifica

Nel 389 a.C. fu eletto tribuno consolare con Lucio Valerio Publicola, Lucio Verginio Tricosto, Aulo Manlio Capitolino, Lucio Emilio Mamercino e Publio Cornelio[1].

Durante il tribunato i romani, condotti da Marco Furio Camillo, nominato dittatore per la tereza volta, sconfissero i Volsci, che firmarono la resa dopo 70 anni di combattimenti[2], gli Equi e gli Etruschi, che avevano assediato la città alleata di Sutri[3].

Secondo tribunato consolareModifica

Nel 381 a.C. fu eletto tribuno consolare con Marco Furio Camillo, Lucio Lucrezio Tricipitino Flavo, Aulo Postumio Albino Regillense, Lucio Furio Medullino Fuso e Marco Fabio Ambusto[4].

A Marco Furio Camillo e Lucio Furio fu affidata la guerra contro i Volsci che avevano occupato Satrico, che condusse alla successiva dichiarazione di guerra, contro la città alleata di Tuscolo[5].

NoteModifica

  1. ^ Tito Livio, "Ab Urbe Condita", VI, 1.
  2. ^ Tito Livio, "Ab Urbe Condita", VI, 2.
  3. ^ Tito Livio, "Ab Urbe Condita", VI, 3.
  4. ^ Tito Livio, "Ab Urbe Condita", VI, 3, 22.
  5. ^ Tito Livio, "Ab Urbe Condita", VI, 3, 22-26.

Collegamenti esterniModifica