Apri il menu principale
Ludwig Kübler
Ludwig Kubler.jpg
2 settembre 1889 – 18 agosto 1947 (57 anni)
Nato aMonaco di Baviera
Morto aLubiana
Cause della morteImpiccagione
Dati militari
Paese servitoGermania Impero tedesco
(fino al 1918)
Germania Repubblica di Weimar
(fino al 1933)
Germania Germania nazista
(fino al 1945)
Forza armataKaiserstandarte.svg Deutsches Heer
War Ensign of Germany (1921-1933).svg Reichswehr
War ensign of Germany (1938–1945).svg Wehrmacht
ArmaHeer
CorpoGebirgsjäger
Anni di servizio1908-1945
GradoGeneral der Gebirgstruppe
GuerrePrima guerra mondiale
Seconda guerra mondiale
CampagneCampagna di Polonia
Campagna di Francia
Invasione della Jugoslavia
Operazione Barbarossa
Fronte jugoslavo
BattaglieBattaglia della Somme
Battaglia di Mosca
Comandante di1. Gebirgs-Division
4. Armee
DecorazioniCroce di Cavaliere della Croce di Ferro
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Ludwig Kübler (Monaco di Baviera, 2 settembre 1889Lubiana, 18 agosto 1947) è stato un generale tedesco.

Fu un generale della Wehrmacht durante la Seconda guerra mondiale.

Indice

StoriaModifica

Dopo aver combattuto durante la Prima guerra mondiale ed essere rimasto sfregiato durante una battaglia, fece carriera nell'esercito germanico. Nel 1938 assunse come GeneralMajor il comando della 1. Gebirgs Division che guidò in Polonia, venendo promosso Generalleutnant. Fu poi in Francia dove venne promosso General der Infanterie, guidando poi il XXXXIX Corpo d'armata alpino in Jugoslavia ed in Unione Sovietica. Nominato comandante delle truppe bloccate di fronte a Mosca, fu definito disfattista da Hitler e venne in seguito nominato Befehlshaber (responsabile militare) nella Zona d'Operazione del Litorale Adriatico. Considerato il fondatore delle truppe alpine tedesche, era duro, freddo e severo con se stesso ed i subordinati.
Terminato il conflitto fu catturato dagli Alleati, venne processato a Lubiana assieme a Friedrich Rainer e poi impiccato nell'agosto del 1947.

OnorificenzeModifica

BibliografiaModifica

  • Stefano Di Giusto, Operationszone Adriatisches Küstenland, Udine, IFSML, 2005, ISBN 88-87388-15-6.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN64833272 · ISNI (EN0000 0000 5185 9924 · LCCN (ENnb2001064077 · GND (DE120249804