Malacosoma californicum

specie di animale della famiglia Lasiocampidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Malacosoma californicum
Malacosoma californicum eggs.jpg
Femmina di Malacosoma californicum con uova
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Lepidoptera
Sottordine Glossata
Infraordine Heteroneura
Divisione Ditrysia
Superfamiglia Lasiocampoidea
Famiglia Lasiocampidae
Sottofamiglia Lasiocampinae
Tribù Lasiocampini
Genere Malacosoma
Specie M. californicum
Nomenclatura binomiale
Malacosoma californicum
(Packard, 1864)

Malacosoma californicum (Packard, 1864) è un lepidottero appartenente alla famiglia Lasiocampidae, diffuso in America Settentrionale.

DescrizioneModifica

LarvaModifica

 
Bruchi di Malacosoma californicum

I bruchi sono caratterizzati da numerose estroflessioni superficiali e assumono una colorazione molto appariscente con striature longitudinali nere e azzurre lateralmente, gialle e bianche dorsalmente. Costruiscono delle strutture setose attorno ai rami degli alberi che infestano; sono particolarmente dannosi in quanto sono in grado di defogliare anche completamente gli alberi sui quali vivono.[1] I bruchi sono particolarmente soggetti a infezione da virus della poliedrosi nucleare (NPV), specialmente in particolari condizioni di temperatura ambientale[2].

AdultoModifica

 
Esemplari adulti di Malacosoma californicum, femmina (sulla sinistra) e maschio (sulla destra)

L'adulto ha un'apertura alare di circa 3 cm. Inoltre la femmina assuma una colorazione che appare decisamente più chiara rispetto al maschio, così come accade per Lasiocampa quercus.

DistribuzioneModifica

Sono localizzati in Nord America, Messico ed Eurasia. Sono state descritte 26 specie, sei delle quali sono presenti esclusivamente in Nord America.[3]

NoteModifica

  1. ^ Bruco M. californicum, su gardening.wsu.edu. URL consultato il 10 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2012).
  2. ^ Frid e Myers, 2002
  3. ^ M. californicum, su newworldencyclopedia.org. URL consultato il 10 marzo 2012.

BibliografiaModifica

  • (EN) Capinera, J. L. (Ed.), Encyclopedia of Entomology, 4 voll., 2nd Ed., Dordrecht, Springer Science+Business Media B.V., 2008, pp. lxiii + 4346, ISBN 978-1-4020-6242-1, LCCN 2008930112, OCLC 837039413.
  • (EN) L. Frid e J.H. Myers, Thermal ecology of western tent caterpillars Malacosoma californicum pluviale and infection by nucleopolyhedrovirus, vol. 27, paragrafo 6, Ecological Entomology, 2002, pp. 665-673.
  • (EN) Kükenthal, W. (Ed.), Handbuch der Zoologie / Handbook of Zoology, Band 4: Arthropoda - 2. Hälfte: Insecta - Lepidoptera, moths and butterflies, in Kristensen, N. P. (a cura di), Handbuch der Zoologie, Fischer, M. (Scientific Editor), Teilband/Part 35: Volume 1: Evolution, systematics, and biogeography, Berlino, New York, Walter de Gruyter, 1999 [1998], pp. x + 491, ISBN 978-3-11-015704-8, OCLC 174380917.
  • (EN) Scoble, M. J., The Lepidoptera: Form, Function and Diversity, seconda edizione, London, Oxford University Press & Natural History Museum, 2011 [1992], pp. xi, 404, ISBN 978-0-19-854952-9, LCCN 92004297, OCLC 25282932.
  • (EN) Stehr, F. W. (Ed.), Immature Insects, 2 volumi, seconda edizione, Dubuque, Iowa, Kendall/Hunt Pub. Co., 1991 [1987], pp. ix, 754, ISBN 9780840337023, LCCN 85081922, OCLC 13784377.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica