Manfredo da Barbiano

condottiero italiano
Manfredo da Barbiano
Manfredo da Barbiano.jpg
Manfredo da Barbiano in una stampa d'epoca
Conte di Cunio
Stemma
In carica 14091411
Predecessore Alberico da Barbiano
Trattamento Sua Eccellenza
Altri titoli Conte di Copertino
Signore di Bisceglie
Signore di Casamassima
Signore di Castel Bolognese
Signore di Conselice
Signore di Conversano
Signore di Giovinazzo
Signore di Lugo
Signore di Trani
Signore di Vignola
Nascita Barbiano, ?
Morte Mantova, 1430
Dinastia Da Barbiano
Padre Alberico da Barbiano
Madre Beatrice da Polenta
Coniugi Anna Bevilacqua
Antonia Sforza
Isabella de Monfort (Montfort)[1]
Religione Cattolicesimo
Manfredo da Barbiano
NascitaBarbiano, ?
MorteMantova, 1430
Dati militari
Paese servitoStato Pontificio
Estensi
Carraresi
Regno di Napoli
Forza armataMercenari
Anni di servizio35 (1395-1430)
GradoCondottiero
voci di militari presenti su Wikipedia

Manfredo da Barbiano (Barbiano, ... – Mantova, 1430) è stato un condottiero e capitano di ventura italiano.

Fu conte di Copertino e Cunio e signore di Bisceglie, Casamassima, Castel Bolognese, Conselice, Conversano, Giovinazzo, Lugo, Trani e Vignola.

BiografiaModifica

InfanziaModifica

Come per il fratello maggiore Lodovico, anche di Manfredo si sa poco o nulla dell'infanzia. Le prime notizie certe si hanno intorno al 1395, quando al fianco dello zio riprese il possesso, con l'inganno, di Lugo e di Conselice, cadute in mano agli estensi.

Carriera militareModifica

Quattro anni più tardi (1399) fu catturato da Filippo da Pisa e dagli estensi sul Panaro, dopo aver conquistato con lo zio Vignola. La sua libertà fu ottenuta con la consegna della città emiliana agli estensi.

Nel 1405 perse Barbiano, che venne presa dai guelfi. Nel 1408 il fratello Lodovico gli sottrasse Lugo e Conselice.

MatrimoniModifica

Si sposò prima con Anna Bevilacqua e poi, nel 1422, con Antonia Sforza, figlia del condottiero Muzio Attendolo Sforza. Lo storico Galeazzo Gualdo Priorato scrisse di un matrimonio con "Isabella figlia del Marchese della Città di Bisseglii (Bisceglie), della nobilissima casa di Monfort"[2]; anche il Rizzo dei Ritii indaga la questione in tale senso, riportando "... sposò Isabella de Montfort (figlia del marchese di Bisceglie), della casa ducale di Bretagna, giunta nel sud d’Italia con la discesa dei primi re di Francia. Da questa ultima unione derivò il ramo dei Barbiano conti di Trani, la cui memoria si perde nel passato.[3]

MorteModifica

Morì nel 1430 a Mantova.

NoteModifica

  1. ^ Galeazzo Gualdo Priorato, Vite, et azzioni di personaggi militari, e politici, Vienna, 1674 - pag. 48.
  2. ^ Galeazzo Gualdo Priorato, Vite, et azzioni di personaggi militari, e politici, Vienna, 1674 - vedasi paragrafo su Manfredo Da Barbiano, in particolare la pag. 48.
  3. ^ Vincenzo Rizzo Zambonini dei Ritii, "Barbiano di Belgiojoso. Genealogia di una famiglia". Vol. 1. Dalla Romagna alla Lombardia, Milano 2020 - pag 60.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica