Maria Voce

avvocato italiano
Maria Voce

Maria Voce (Aiello Calabro, 16 luglio 1937) è un avvocato italiano, presidente del Movimento dei Focolari dal 7 luglio 2008. È stata eletta dall'Assemblea Generale del Movimento dopo la morte di Chiara Lubich, fondatrice del medesimo, avvenuta il 14 marzo 2008[1][2][3][4]

BiografiaModifica

Maria Voce ha conosciuto il Movimento nel 1959 e dal 1964 vive nella comunità del Focolare. Dopo la laurea in giurisprudenza ha compiuto studi di teologia e di diritto canonico. È stata impegnata, a fianco di Chiara Lubich, nell'ultimo aggiornamento degli Statuti generali del movimento. È stata tra i responsabili di “Comunione e Diritto”, rete di professionisti e studiosi impegnati nel campo della giustizia, nata nell'ambito dei Focolari. È stata anche membro della Scuola Abbà, Centro studi interdisciplinare. Ha maturato un'esperienza diretta nei campi ecumenico e interreligioso[5][6][7]: avendo vissuto in Turchia per dieci anni, dal 1978 al 1988, ha avuto stretti rapporti con il Patriarcato di Costantinopoli (anche con l'attuale Patriarca Bartolomeo I), con leader di altre Chiese Cristiane, e con il mondo musulmano. È stata eletta Presidente dall'Assemblea Generale del Movimento dopo la morte di Chiara Lubich, fondatrice del medesimo, avvenuta il 14 marzo 2008. Il mandato le è stato rinnovato dall'Assemblea Generale del 12 settembre 2014 per altri 6 anni, non più rinnovabili[8].

Il 7 dicembre 2011 Benedetto XVI ha nominato Maria Voce consultrice del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, unica donna tra i 15 nuovi consultori.[9]

NoteModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN294249301 · ISNI (EN0000 0003 9955 8663 · GND (DE1035442833 · BNF (FRcb16651055k (data) · WorldCat Identities (EN294249301