Apri il menu principale

Marvel Moreno (Barranquilla, 23 settembre 1939Parigi, 5 giugno 1995) è stata una scrittrice colombiana.

Indice

BiografiaModifica

Marvel Luz Moreno Abello nasce il 23 settembre 1939 a Barranquilla da una famiglia molto in vista nella città[1].

Eletta regina del Carnevale di Barranquilla nel 1959[2], si trasferisce a Parigi nel 1969 e lì inizia a scrivere e pubblicare su riviste i primi racconti[3].

Nel corso della sua carriera letteraria dà alle stampe due raccolte di racconti (tre considerando la collezione postuma) e un romanzo, In dicembre tornavano le brezze, inisgnito del Premio Cavour nel 1989[4].

Muore a 56 anni il 5 giugno 1995 a causa delle complicazioni di un enfisema[5].

Opere principaliModifica

RomanziModifica

  • In dicembre tornavano le brezze (En diciembre llegaban las brisas, 1987), Firenze, Giunti, 1988 traduzione di Monica Molteni e Anna Roberto ISBN 88-09-20094-2.

RaccontiModifica

  • Qualcosa di brutto nella vita di una signora perbene[6] (Algo tan feo en la vida de una señora bien, 1980), Milano, Jaca Book, 1997 traduzione di Monica Molteni ISBN 88-16-50230-4.
  • El encuentro y otros relatos (1992)
  • Cuentos completos (2005)

Alcuni riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (ES) Scheda dell'autrice, su siemprelatina.com. URL consultato il 26 settembre 2018.
  2. ^ (ES) Marvel Moreno, reina del carnaval confiscado, su revistas.elheraldo.co, 12 febbraio 2017. URL consultato il 26 settembre 2018.
  3. ^ (ES) Tiempo Cumplido, su semana.com, 17 luglio 1995. URL consultato il 26 settembre 2018.
  4. ^ (ES) Fabio Rodríguez Amaya, Una entrevista inédita de 1988 con Marvel Moreno, su revistaarcadia.com, 18 giugno 2018. URL consultato il 26 settembre 2018.
  5. ^ (ES) Fallecio Marvel Moreno, su eltiempo.com, 6 giugno 1995. URL consultato il 26 settembre 2018.
  6. ^ Francesca Morelli, Recensione, su mangialibri.com. URL consultato il 26 settembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su marvelmoreno.net. URL consultato il 26 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2018).
  • Cenni biografici, su zam.it. URL consultato il 26 settembre 2018.
  • (ES) Luz Mary Giraldo, Biografia e analisi dell'opera, su semana.com, 12 marzo 2005. URL consultato il 26 settembre 2018.
Controllo di autoritàVIAF (EN73857640 · ISNI (EN0000 0000 6639 7507 · LCCN (ENn87877211 · BNF (FRcb11916832b (data) · WorldCat Identities (ENn87-877211