Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Viola marina
Matthiola tricuspidata fiori.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Capparales
Famiglia Brassicaceae
Genere Matthiola
Specie M. tricuspidata
Nomenclatura binomiale
Matthiola tricuspidata
(L.) R.Br.

La viola marina (Matthiola tricuspidata (L.) R.Br.) è una pianta erbacea annuale della famiglia della Brassicaceae.[1]

Indice

DescrizioneModifica

Terofita scaposa, alta 10-30 cm, grigio-tomentosa per peli corti ramificati misti a peli ghiandolari stipitati, con fusti ramosi dalla base, procumbenti o prostrato-ascendenti.

FoglieModifica

Foglie (1-1,5 x 3-5 cm) basali in rosetta, carnosette, a margini revoluti, oblanceolato-spatolate, pennatosette, marcatamente sinuato-crenulate, con lobi regolari subrotondi ad apice arrotondato; foglie cauline piccole, quasi intere.

FioriModifica

Ermafroditi tetrameri, profumati, brevemente peduncolati e raccolti in un racemo terminale paucifloro. Antesi da marzo a luglio. Calice villoso con sepali lunghi fino a 9 mm, tendenzialmente violacei, i laterali saccati alla base. Petali obovati di 3-5 x 14-17 mm, roseo-lilacini, raramente bianchi, smarginati all'apice e giallo-biancastri alla fauce. Androceo tetradinamo (quattro stami più lunghi dei due inferiori). Stilo subnullo. Stimma accresciuto nel frutto in 3 caratteristici cornetti acuti triangolari di 3-4 mm, i laterali patenti.

FruttoModifica

Il frutto è una siliqua di 2-3 x 40-70 mm rivestita di pelo lanoso rigido misto a peli ghiandolari; valve con nervatura mediana marcata. Semi uniseriati, a maturità praticamente apteri, senza ali.

Distribuzione e habitatModifica

 
Habitat tipico di Matthiola tricuspidata

Steno-Mediterranea, vive su spiagge sabbiose e ciottolose, arene marittime (litorali), nelle isole anche all'interno. Specie psammo-termofila.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Matthiola tricuspidata (L.) R.Br. — The Plant List, su www.theplantlist.org. URL consultato il 12 aprile 2018.

BibliografiaModifica

Sandro Pignatti, Flora d'Italia, vol. 1, Bologna, Edagricole, 1982, p. 395, ISBN 88-506-2449-2.

Altri progettiModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica