Apri il menu principale
Mauro Della Martira
Mauro Della Martira - AC Fiorentina 1973-74.jpg
Della Martira alla Fiorentina nel 1973
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 1984
Carriera
Giovanili
1961-1964 Giallo e Rosso.svg Bettini Quadraro
Squadre di club1
1969-1970 Arezzo 0 (0)
1970-1971 Paganese 22 (1)
1971-1972 OMI Roma 22 (1)
1972-1973 Viareggio 30 (0)
1973-1978 Fiorentina 88 (5)
1978-1980 Perugia 51 (0)
1983-1984 Lazio 6 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mauro Della Martira (Roma, 16 dicembre 1951) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

 
Della Martira al Perugia, nella sfida contro la Roma del 23 marzo 1980: al fischio finale sarà arrestato per il suo coinvolgimento nel Totonero.

Iniziò la carriera nel Bettini di Quadraro. Debuttò a livello professionistico con l'Arezzo, per poi militare nella Fiorentina dal 1973 al 1978, partecipando alla vittoria della Coppa Italia 1974-1975.

Dopo la parentesi viola si trasferì al Perugia dove fu fra i protagonisti della squadra dei miracoli della stagione 1978-1979, nella quale gli umbri chiusero il campionato di Serie A al secondo posto e, prima squadra nella storia del girone unico, imbattuti.

Proprio a Perugia finì tuttavia coinvolto, nella primavera del 1980, nello scandalo del Totonero, venendo squalificato per cinque anni; tornò a giocare dopo la decisione della FIGC, successiva alla vittoria degli Azzurri al campionato del mondo 1982, di ridurre di due anni le inibizioni dei calciatori ancora sotto squalifica, sicché militò nella Lazio nella stagione 1983-1984 prima del definitivo ritiro.

In carriera ha totalizzato complessivamente 145 presenze e 5 reti in Serie A.

DirigenteModifica

Una volta terminata la carriera agonistica, a metà degli anni 1980 ricoprì il ruolo di responsabile marketing della Lazio sotto la presidenza di Giorgio Chinaglia.[senza fonte]

Dopo il ritiroModifica

Possiede un ristorante a Londra.[1] La figlia Enrica ha partecipato alla terza edizione del talent show MasterChef.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Fiorentina: 1974-1975

Competizioni internazionaliModifica

Fiorentina: 1975

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica