Apri il menu principale
Meitar
autorità locale
in ebraico: מֵיתָר?
in arabo: ميتار
Meitar – Veduta
Localizzazione
StatoIsraele Israele
DistrettoMeridionale
Sottodistretto
Amministrazione
SindacoAvner Ben-Gra
Territorio
Coordinate31°19′35″N 34°56′24″E / 31.326389°N 34.94°E31.326389; 34.94 (Meitar)Coordinate: 31°19′35″N 34°56′24″E / 31.326389°N 34.94°E31.326389; 34.94 (Meitar)
Altitudine418 m s.l.m.
Superficie16,7 km²
Abitanti7 341 (2015)
Densità439,69 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Israele
Meitar
Meitar
Sito istituzionale
Meitar 2.jpg

Meitar (in ebraico: מֵיתָר) è un consiglio locale nel Distretto Meridionale in Israele, situato a 19 km a nord-est di Be'er Sheva, tra le due città beduine di Hura e Lakiya. La città di Meitar è stata fondata nel 1984 da un gruppo di ebrei laici e religiosi,[1] si trova ad est della Route 60, a sud della Linea Verde sulle pendici meridionali del Monte Hebron, accanto alla foresta di Yatir.[2]

Indice

Struttura del paeseModifica

Secondo l'Ufficio centrale israeliano di statistica, la popolazione di Meitar era di 7.500 abitanti alla fine del 2014.[3] La sua superficie è 16.696 dunam (~ 16,7 km²).

La città è costituita in prevalenza da abitazioni unifamiliari. Nel centro di Meitar si trovano vari centri di aggregazione culturale e di svago tra cui: la biblioteca pubblica, la piscina, il palazzetto dello sport al coperto, un centro commerciale, campi sportivi, cliniche, scuole e la sede di Bnei Akiva.

QuartieriModifica

La città è composta da diversi quartieri tra cui:

  • quartiere del Nord
  • quartiere Sud
  • quartiere B
  • quartiere di Rabin
  • quartiere Anemoni
  • Mountain Goats

e altri in costruzione.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Leah Wolf, Meitar, Nefesh B'Nefesh, luglio 2013. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  2. ^ (HE) Meitar, Panoramica, su metar.muni.il. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) Population of Localities Numbering Above 2,000 (PDF), Israel Central Bureau of Statistics, 6 giugno 2010. URL consultato il 16 febbraio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN126996043 · LCCN (ENno2001006979 · WorldCat Identities (ENno2001-006979