Michele Rajna

matematico e astronomo italiano

Michele Rajna (Sondrio, 28 settembre 1854Teglio, 29 settembre 1920) è stato un matematico, astronomo e accademico italiano.

BiografiaModifica

Fratello del filologo Pio Rajna, fu convittore del Collegio Ghislieri[1] e allievo di Giovanni Schiaparelli presso l'osservatorio di Brera dove entrò subito dopo la laurea conseguita all'Università degli Studi di Pavia nel 1878. Nel 1903 vinse il concorso per la cattedra di Astronomia dell'Università di Bologna dopo aver rifiutato, nel 1897, quella presso l'Università di Palermo per non dover lasciare Milano. Gli fu affidata la direzione dell'Osservatorio astronomico di Bologna che cercò subito, ma invano, di far trasferire in una posizione più idonea su una collina nei pressi[2]; si dovette attendere fino al 1933 per vedere la costruzione della succursale di Loiano.

Le principali ricerche di Rajna si concentrarono sull'astronomia geodetica e sulla correlazione fra magnetismo terrestre ed attività solare. Divenne noto anche per aver pubblicato un volume di tavole logaritmiche con Otto Müller, che ebbe numerose edizioni nei "Manuali Hoepli", diventando così la più diffusa opera del genere in Italia.

Fu socio dell'Accademia nazionale dei Lincei e di quella di Bologna.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Otto Müller - Michele Rajna: Tavole di logaritmi, 4ª edizione aumentata delle tavole dei logaritmi di addizione e sottrazione, Hoepli (Milano), 1895
  • Otto Müller - Michele Rajna: Tavole di logaritmi a cura di E. Garnier, 43ª edizione, Hoepli (Milano), 1968

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39365915 · ISNI (EN0000 0000 8117 8062 · SBN LO1V047956 · BAV 495/176535 · GND (DE117686220 · BNF (FRcb10327561c (data) · WorldCat Identities (ENviaf-39365915