Apri il menu principale

Michele di Giovanni da Fiesole

architetto e scultore italiano

Michele di Giovanni da Fiesole, detto il Greco (Fiesole, 1418 circa[1]1458 circa[2]), è stato un architetto e scultore italiano.

BiografiaModifica

Noto anche come Michele di Giovanni di Bartolo (o da Firenze), e detto il Greco di Fiesole, si forma a Firenze presso la scuola di Michelozzo e Bernardo Rossellino[3]. Intorno al 1440 realizza gli armadi lignei intarsiati della sacrestia della Basilica di Santa Croce a Firenze[4].

Dal 1454 si trasferisce ad Urbino, dove partecipa alla realizzazione del portale della chiesa di San Domenico: ne ultima la parte superiore, portando a compimento l'opera iniziata da Maso di Bartolomeo[3]. Sempre ad Urbino esegue parte degli ornamenti scultorei del Palazzetto della Jole, il quale prende il nome dalla figura mitologica di Jole, amante di Ercole, che si trova scolpita sul camino del primo ambiente del piano nobile, opera proprio di Michele di Giovanni[5].

Presso la Galleria nazionale delle Marche di Urbino è conservata una sua anconetta in pietra raffigurante una Madonna e angeli[3].

NoteModifica

  1. ^ Volume 13 di Guida d'Italia del Touring Club Italiano, Touring Editore, 1979, p.686, ISBN 88-365-0013-7.
  2. ^ La data esatta della sua morte resta incerta, tuttavia è successiva al 1452. Secondo The Courtauld Institute of Art muore nel 1458.
  3. ^ a b c Biografia da Treccani.it (XML), su treccani.it. URL consultato il 20 ottobre 2009.
  4. ^ Foto 1 e 2 degli armadi lignei su The Courtauld Institute of Art
  5. ^ Volume 13 di Guida d'Italia del Touring Club Italiano, Touring Editore, 1979, p.256, ISBN 88-365-0013-7.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95799586 · ULAN (EN500019254 · WorldCat Identities (EN95799586
  Portale Scultura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scultura