Microcebus macarthurii

specie di mammifero

Il microcebo di MacArthur (Microcebus macarthurii Radespiel, Olivieri, Rasolofoson, Rakotondratsimba, Rakotonirainy, Rasoloharijaona, Randrianambinina, Ratsimbazafy, Ratelolahy, Randriamboavonjy, Rasolofoharivelo, Craul, Rakotozafy e Randrianarison, 2008) è un lemure della famiglia Cheirogaleidae, endemico del Madagascar. È stato descritto nel 2008 dai ricercatori dell'Università di Medicina Veterinaria di Hannover; il suo nome commemora il fondatore della John D. e Catherine T. MacArthur Foundation, che ha sostenuto finanziariamente il progetto di studio durante il quale questa specie è stata scoperta[2].

Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Microcebo di MacArthur
Immagine di Microcebus macarthurii mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Cheirogaleoidea
Famiglia Cheirogaleidae
Genere Microcebus
Specie M. macarthurii
Nomenclatura binomiale
Microcebus macarthurii
Radespiel et al., 2008
Areale

Microcebus macarthurii range map.svg

DescrizioneModifica

Come tutti i microcebi, anche quello di MacArthur è un primate dalle dimensioni molto piccole, con una testa rotonda caratterizzata da orecchie e occhi grandi. Il pelo che lo ricopre è di colore bruno-rossastro sulle regioni superiori e bianco-giallastro su quelle inferiori. La testa è di colore rossastro, con guance arancioni e una striscia bianca che corre in mezzo agli occhi. Ha una lunghezza testa-corpo di 11-12 cm e una coda, più lunga del corpo stesso, di circa 14,5 cm; quest'ultima è ricoperta da una fitta peluria di colore bruno-rossastro. Il peso varia tra i 50 e i 60 g[2].

Distribuzione e habitatModifica

Finora, questa specie è stata rinvenuta unicamente nella regione di Makira, nel Madagascar orientale, dove abita nelle foreste pluviali tropicali[2].

BiologiaModifica

Le sue abitudini sono ancora quasi del tutto sconosciute. I microcebi sono generalmente creature notturne e arboricole, e quasi tutti i rappresentanti di questo genere si nutrono di frutta e altre sostanze vegetali e di insetti[2].

Stato di conservazioneModifica

Questa specie scoperta recentemente è minacciata dall'agricoltura taglia e brucia, dall'estrazione mineraria e dalla caccia. La Lista Rossa della IUCN la classifica come specie in pericolo (Endangered)[1].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Andriaholinirina N. et al., 2014, Microcebus macarthurii, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020. URL consultato il 14 dicembre 2016.
  2. ^ a b c d Ute Radespiel, Gillian Olivieri, David W. Rasolofoson, Gilbert Rakotondratsimba, Odon Rakotonirainy, Solofonirina Rasoloharijaona, Blanchard Randrianambinina, Jonah H. Ratsimbazafy, Felix Ratelolahy, Tahirihasina Randriamboavonjy, Tovonanahary Rasolofoharivelo, Mathias Craul, Lucien Rakotozafy e Rose M. Randrianarison, Exceptional Diversity of Mouse Lemurs (Microcebus spp.) in the Makira Region With the Description of One New Species, in American Journal of Primatology, vol. 70, n. 11, 2008, pp. 1033-1046.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica