Micromeryx

genere di animale della famiglia Moschidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Micromeryx
Zwerghirsch-Micromeryx-Skelett.jpg
Scheletro di Micromeryx
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Moschidae
Genere Micromeryx

Il micromerice (gen. Micromeryx) è un mammifero artiodattilo estinto appartenente ai moschidi. Visse nel Miocene medio e superiore (circa 12 – 8 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in numerose zone d'Europa e dell'Asia.

DescrizioneModifica

Questo animale era molto simile all'attuale mosco moschifero (Moschus moschiferus) dell'Asia orientale. Le dimensioni di Micromeryx (il cui nome significa “minuscolo ruminante”) erano però molto minori: il peso di questo animale infatti non doveva raggiungere i 5 chilogrammi. La dentatura di Micromeryx era molto simile a quella degli attuali cefalofi (gen. Cephalophus), ma più primitiva. Come nei moschi attuali, i maschi di questi animali erano dotati di lunghi canini superiori, che sporgevano dalla bocca quando questa era chiusa. Il corpo era snello e corto, mentre le zampe erano estremamente allungate.

 
Ricostruzione di Micromeryx

ClassificazioneModifica

Micromeryx era un rappresentante primitivo dei moschidi, un gruppo di ruminanti primitivi strettamente imparentati con i cervi, che ebbero una notevole espansione nel corso del Miocene e del Pliocene e che attualmente sono rappresentati da poche specie, come il già citato mosco moschifero. Micromeryx probabilmente si originò in Asia occidentale e da lì si diffuse verso l'Europa e l'Asia orientale. Molti fossili di questo animale sono stati ritrovati in una vasta area geografica che spazia dalla provincia greco-iraniana (ad esempio la Turchia) alla Spagna, ma anche in Cina. Un animale piuttosto simile era Hispanomeryx, dalla diffusione paragonabile ma che si estinse nel corso del Miocene medio.

PaleoecologiaModifica

 
Mandibola di Micromeryx flourensianus

La dentatura di Micromeryx indica che questo animale si nutriva della bassa vegetazione tenera delle foreste; probabilmente si nutriva anche di frutta, larve e occasionalmente anche di carogne.

BibliografiaModifica

  • Sánchez, I. M., and J. Morales. 2006. Distributión biocronológica de los Moschidae (Mammalia; Ruminantia) en España. Estudios Geológicos 62:533–546.
  • Sánchez, I. M., and J. Morales. 2008. Micromeryx azanzae sp. nov. (Ruminantia: Moschidae) from the Middle-Upper Miocene of Spain, and the First Description of the Cranium of Micromeryx. Journal of Vertebrate Paleontology 28 (3): 873-885

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica