Ministero della giustizia (Spagna)

ministero della Spagna
Ministero della giustizia
Ministerio de Justicia
Logotipo del Ministerio de Justicia.svg
Palacio de la Marquesa de la Sonora (Madrid) 03.jpg
Sede del Ministero
SiglaMJUS
StatoSpagna Spagna
TipoMinistero
Istituito30 novembre 1714
(come Segreteria di Stato e dell'Ufficio degli affari ecclesiastici, della giustizia e delle giurisdizioni)
CapoDolores Delgado
SedePalacio de la Marquesa de la Sonora, Calle San Bernardo, 45, Madrid
Sito webwww.mjusticia.gob.es

Il Ministero della giustizia (MJUS) (in spagnolo: Ministerio de Justicia) è un dipartimento ministeriale del Governo della Spagna, responsabile della politica governativa per l'abbattimento del sistema legale, specialmente in ambito penale, civile, commerciale e procedurale, a sostegno della Magistratura della Spagna, della cooperazione legale e internazionale, garantendo il diritto fondamentale religioso e le materie in relazione agli atti storici.[1]

L'attuale capo del ministero è Dolores Delgado, che è esercita la funzione di Notaio maggiore del Regno.[2]

StoriaModifica

Il ministero è stato creato nel 1931 con la proclamazione della Seconda Repubblica in Spagna ed è il precedente Ministero di grazia e giustizia. Da allora il dipartimento è rimasto tale fino ad ora con l'eccezione di due periodi. Tra il 1935 e il 1936 fu abolito e le sue funzioni furono assunte dal Ministero del lavoro e della giustizia e dal Ministero del lavoro, della giustizia e della sanità. Tra il 1994 e il 1995, i suoi poteri passarono al Ministero della giustizia e dell'interno. Nel 1996, José María Aznar ricostituisce il ministero durante il mandato di presidente del governo.

FunzioniModifica

Le seguenti funzioni corrispondono al Ministero della giustizia:[3]

  • Proporre ed eseguire la politica del governo spagnolo per lo sviluppo del sistema legale.
  • Costruire rapporti con l'Amministrazione della giustizia, il Consiglio generale della Magistratura e la Procura del re, attraverso il Procuratore generale dello Stato.
  • Cooperazione legale internazionale.

StrutturaModifica

Il ministero della Giustizia è strutturato nel seguente organo superiore:[3]

Lista dei ministri della giustizia della SpagnaModifica

I ministri della giustizia nella storia recente della Spagna sono i seguenti:

Legislatura Inizio Fine Nome Partito
Constituente
(1977-1979)
4 luglio 1977 6 aprile 1979 Landelino Lavilla Alsina UCD
I (1979-1982) 5 luglio 1979 9 settembre 1980 Íñigo Cavero Lataillade UCD
9 settembre 1980 1º settembre 1981 Francisco Fdz. Ordónez UCD
1º settembre 1981 3 dicembre 1982 Pío Cabanillas Gallas UCD
II (1982-1986) 2 dicembre 1982 26 luglio 1986 Fernando Ledesma Bartret PSOE
III (1986-1989) 26 luglio 1986 12 luglio 1988 Fernando Ledesma Bartret PSOE
12 luglio 1988 6 dicembre 1989 Enrique Múgica Herzog PSOE
IV (1989-1993) 7 dicembre 1989 12 marzo 1991 Enrique Múgica Herzog PSOE
12 marzo 1991 13 luglio 1993 Tomás de la Quadra-Salcedo PSOE
V (1993-1996) 14 luglio 1993 6 maggio 1994 Juan Alberto Belloch Julbe PSOE
Ministero della giustizia e dell'interno (1994-96)
VI (1996-2000) 5 maggio 1996 27 aprile 2000 Margarita Mariscal de Gante PP
VII (2000-2004) 28 aprile 2000 10 luglio 2002 Ángel Acebes Paniagua PP
10 luglio 2002 18 aprile 2004 José María Michavila PP
VIII (2004-2008) 18 aprile 2004 12 febbraio 2007 Juan Fernando López Aguilar PSOE
12 febbraio 2007 14 aprile 2008 Mariano Fernández Bermejo PSOE
IX (2008-2011) 14 aprile 2008 23 febbraio 2009 Mariano Fernández Bermejo PSOE
23 febbraio 2007 22 dicembre 2011 Francisco Caamaño Domínguez PSOE
X (2011-2015) 22 dicembre 2011 23 settembre 2014 Alberto Ruiz Gallardón PP
23 settembre 2014 29 settembre 2014 Soraya Sáenz de Santamaría PP
29 settembre 2014 21 dicembre 2015 Rafael Catalá Polo PP
XI (2015-2016) 22 dicembre 2015 3 novembre 2016 Rafael Catalá Polo PP
XII-XIII (2016-2020) 4 novembre 2016 7 giugno 2018 Rafael Catalá Polo PP
7 giugno 2018 13 gennaio 2020 Dolores Delgado Indipendente-PSOE
XIV (2020-) 13 gennaio 2020 Juan Carlos Campo PSOE

NoteModifica

  1. ^ BOE.es - Documento consolidado BOE-A-2018-11838, su www.boe.es. URL consultato il 17 maggio 2019.
  2. ^ (ES) Real Decreto 357/2018, de 6 de junio, por el que se nombran Ministros del Gobierno (PDF), in Butlletí Oficial de l'Estat, num. 138, 7 giugno 2018, p. 58.729.
  3. ^ a b (ES) Real Decreto 355/2018, de 6 de junio, por el que se reestructuran los departamentos ministeriales (PDF), in Butlletí Oficial de l'Estat, num. 138, 7 giugno 2018, pp. 58.722-58.727.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN154776638 · LCCN (ENn81029653 · GND (DE1087570565 · BNE (ESXX144569 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n81029653