Ministero federale dell'interno, dei lavori pubblici e della patria

Ministero federale dell'interno, dei lavori pubblici e della patria
Bundesministerium des Innern, für Bau und Heimat
BMI Logo.svg
BMI Südseite.JPG
Sede centrale del Ministero a Berlino-Moabit.
SiglaBMI
StatoGermania Germania
TipoMinistero
Istituito24 dicembre 1879
MinistroHorst Seehofer
Impiegati1,500
SedeBundesministerium des Innern
IndirizzoAlt-Moabit 140 10557
Sito webwww.bmi.bund.de

Il Ministero federale dell'interno, dei lavori pubblici e della patria (in tedesco: Bundesministerium des Innern, für Bau und Heimat, in forma abbreviata BMI) è il ministero del governo federale tedesco responsabile per la sicurezza interna, l'amministrazione delle tecnologie dell'informazione, lo sport, i culti, l'integrazione, le minoranze, l'alloggio, la pianificazione spaziale e la demografia in Germania.

Ministero federale dell'interno a Bonn.

Il Ministro federale dell'interno è, dal 14 marzo 2018, il cristianosociale Horst Seehofer.

StoriaModifica

L'Ufficio Imperiale dell'Interno (Reichsamt des Innern) ha preso la sua autonomia dalla Cancelleria imperiale il 24 dicembre 1879. È diretto da un Segretario di Stato (Staatssekretär), che è anche Vice Cancelliere tra il 1881 e il 1919.

Dopo la fine dell'Impero e la proclamazione della repubblica, divenne il Reichminministerium des Innern o Reichsinnenministerium il 13 febbraio 1919. Fu ufficialmente sciolto il 23 maggio 1945, due settimane dopo la caduta del nazismo.

Il ministero federale dell'Interno è stato istituito il 20 settembre 1949, quando è stato costituito il primo governo della Repubblica federale di Germania (FRG), in seguito alle raccomandazioni formulate il 30 luglio dalla Conferenza dei Ministri-Presidenti (MPK).

In occasione della riunificazione tedesca, il BMI assorbe il Ministero degli Interni della Repubblica Democratica Tedesca (RDT).

FunzioniModifica

Il ministero è un'amministrazione federale suprema (in tedesco: oberste Bundesbehörde).

ResponsabilitàModifica

È responsabile per:

OrganizzazioneModifica

  • Segreteria di Stato amministrativa
    • Dipartimento Z: dipartimento centrale;
    • Dipartimento ÖS: sicurezza pubblica;
    • Dipartimento B: Polizia federale;
    • Gruppo UE: Coordinamento europeo e Presidenza del Consiglio dell'Unione europea;
  • Segreteria di Stato amministrativa
    • Direzione generale: società digitale, amministrazione digitale, tecnologia dell'informazione;
    • Dipartimento CI: computer e sicurezza informatica;
    • IT Group: consolidamento delle tecnologie dell'informazione a livello federale;
  • Segreteria di Stato amministrativa
    • Gruppo SW: sviluppo urbano, edilizia abitativa e diritto delle costruzioni pubbliche;
    • Gruppo BW: edilizia e lavori pubblici e edifici federali;
  • Segreteria di Stato amministrativa
    • Dipartimento H: patria;
    • Dipartimento SP: sport;
    • Dipartimento G: pianificazione;
  • Segreteria di Stato amministrativa
    • Dipartimento M: migrazione, rifugiati e politica di rimpatrio;
    • Dipartimento KM: gestione delle crisi e protezione civile;
    • Dipartimento V: diritto pubblico, diritto costituzionale e diritto amministrativo;
    • Dipartimento D: servizio pubblico.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN125006767 · ISNI (EN0000 0001 2230 6033 · LCCN (ENn91129464 · GND (DE2117465-9 · WorldCat Identities (ENlccn-n91129464