Apri il menu principale
Prelatura territoriale della Missione di Francia o di Pontigny
Praelatura Territorialis Missionis Galliae seu Pontiniacensis
Chiesa latina
Abbaye Pontigny.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Digione
Prelato Hervé Jean Robert Giraud
Prelati emeriti cardinale Roger Marie Élie Etchegaray,
Georges Edmond Robert Gilson,
Yves François Patenôtre
Sacerdoti 2 di cui 2 secolari
380 battezzati per sacerdote
Diaconi 15 permanenti
Battezzati 760
Parrocchie 1
Erezione 15 agosto 1954
Rito romano
Indirizzo B.P. 101, 3 rue de la Pointe-du-Grand-Chemin, 94170 le-Perreux-sur-Marne CEDEX, France
Sito web catholique-mission-de-france.cef.fr
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Francia

La prelatura territoriale della Missione di Francia o di Pontigny (in latino: Praelatura Territorialis Missionis Galliae seu Pontiniacensis) è una sede della Chiesa cattolica in Francia suffraganea dell'arcidiocesi di Digione. Nel 2016 contava 760 battezzati. È retta dall'arcivescovo Hervé Jean Robert Giraud.

Indice

TerritorioModifica

La prelatura territoriale non ha in realtà alcun territorio. Estende la sua giurisdizione ai sacerdoti e ai laici della Communauté Mission de France, presente in varie diocesi francesi e anche all'estero.

La cattedrale prelatizia è l'abbazia dell'Assunzione di Maria Vergine a Pontigny.

StoriaModifica

La Missione di Francia (in francese Mission de France) fu istituita nel 1941 dal cardinale Emmanuel Suhard, per "abbattere il muro" che separa la Chiesa da parte della società. Fedele a questo spirito di incontro e dialogo con coloro che non condividono la fede cristiana, preti e laici formano la Communauté Mission de France, presente in varie diocesi francesi e anche all'estero.

Il 15 agosto 1954 papa Pio XII concesse alla Missione di Francia lo status di prelatura territoriale con la bolla Omnium ecclesiarum.

L'esperienza ha avuto un suo momento di grande notorietà negli anni immediatamente precedenti il Concilio Vaticano II, quando il modello di evangelizzazione che la Missione proponeva fu uno dei tentativi di incontro tra Chiesa e mondo del lavoro. Ad essa si ispirò anche il movimento dei preti operai, che, sospeso negli anni cinquanta, fu promosso di nuovo dopo il Concilio.

Dal 1996 la prelatura territoriale è affidata all'arcivescovo di Sens.

Cronotassi dei vescoviModifica

StatisticheModifica

Al termine dell'anno 2016 la prelatura contava 760 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1990 ? ? ? 1 1 0 1 1
1999 850 ? ? 2 2 425 4
2000 850 ? ? 1 1 850 5
2001 840 ? ? 1 1 840 5
2002 840 ? ? 1 1 840 5
2003 800 ? ? 1 1 800 6
2004 800 ? ? 7
2013 850 ? ? 1 1 850 14 1
2016 760 ? ? 2 2 380 15 1

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN147270235 · ISNI (EN0000 0001 2111 497X · LCCN (ENn82129186 · GND (DE811650-7 · BNF (FRcb119395361 (data)