Nata de coco

dolce filippino
Nata de coco
Nata de coco.JPG
Origini
Luogo d'origineFilippine Filippine
Dettagli
Categoriadolce
Ingredienti principaliacqua di cocco

La nata de coco è un alimento gelatinoso e traslucido preparato attraverso la fermentazione dell'acqua di cocco, il liquido contenuto all'interno delle noci di cocco[1] che gelifica sotto l'azione dell'Acetobacter xylinum. Originario delle Filippine, la nata de coco è comunemente consumata dolcificata come dolce o dessert in abbinamento a diversi piatti come sottaceti, bevande, gelati, budini e macedonie.

Gelatine preparate con acqua di cocco

EtimologiaModifica

Il termine nata de coco deriva dallo spagnolo e significa "panna di cocco". Il nome spagnolo deriva dalla colonizzazione spagnola delle Filippine avvenuta tra il XV e il XIX secolo.

Valori nutrizionaliModifica

La nata de coco è fortemente raccomandata per il suo elevato contenuto di fibre e il suo ridotto apporto di grassi e colesterolo.

ProduzioneModifica

La nata de coco commerciale è prodotta da piccole fattorie in Thailandia, Malaysia, nelle Filippine e in Indonesia, soprattutto nella regione di Yogyakarta.

La gelatina di acqua di cocco è prodotta attraverso una serie di passaggi:

  1. Estrazione dell'acqua di cocco
  2. Fermentazione dell'acqua di cocco tramite colture batteriche
  3. Separazione del gel
  4. Pulizia e rimozione dell'acido acetico
  5. Taglio e imballaggio

NoteModifica

  1. ^ P.C. Sanchez, Philippine Fermented Foods: Principles and Technology, University of the Philippines Press, 2008, p. 378, ISBN 978-971-542-554-4.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica