Apri il menu principale

Nicolò Melodia

politico italiano
Nicolò Melodia

Senatore del Regno d'Italia
Legislature dalla XVIII
Sito istituzionale

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XIII, XIV, XV, XVI
Gruppo
parlamentare
Sinistra
Collegio Altamura (XIII e XIV) e Acquaviva delle Fonti - Bari III (XV e XVI)
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio Laurea in lettere e filosofia
Professione imprenditore

Nicolò Melodia (Altamura, 2 settembre 1840Roma, 24 dicembre 1929) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Era figlio di Tommaso Melodia, già senatore del regno e anche lui sindaco di Altamura.

"Si arruolò, non ancora ventenne, volontario garibaldino, facendo tutta la campagna del 1860, conseguendo il grado di maggiore e partecipando valorosamente alla battaglia del Volturno. Deposte le armi, entrò nella diplomazia e fu per breve tempo al Ministero degli affari esteri"[1].

Fu senatore del Regno d'Italia nella XVIII legislatura, deputato per quattro legislature e sindaco di Altamura.

Fu presidente della Commissione d'istruzione dell'Alta corte di giustizia in tre diversi momenti: il primo tra il 6 dicembre 1919 ed il 7 aprile 1921; il secondo tra il 28 giugno 1921 ed il 10 dicembre 1923; il terzo (3 giugno 1924-24 gennaio 1925) fu interrotto dalle dimissioni nel mezzo dell'istruttoria del processo Matteotti, dove fu sostituito dal senatore Vittorio Zupelli.

NoteModifica

  1. ^ Senato del Regno, Atti parlamentari. Discussioni, 7 marzo 1930, Commemorazione resa da Luigi Federzoni.

Collegamenti esterniModifica