Apri il menu principale

Oratorio di Santa Cecilia

Coordinate: 44°29′45.41″N 11°21′00.33″E / 44.495948°N 11.350092°E44.495948; 11.350092

Interno
Amico Aspertini, Decapitazione di Valeriano e suo fratello Tiburzio
Amico Aspertini, Sepoltura dei martiri Valeriano e Tiburzio

L'oratorio di Santa Cecilia è un edificio religioso di Bologna, situato in via Zamboni 15, addossato al retro della basilica di San Giacomo Maggiore. All'interno conserva un raro ciclo di affreschi di pittori bolognesi ed emiliani del primo Cinquecento, ragion per cui è talvolta denominata la "cappella Sistina" di Bologna.

StoriaModifica

La data di costruzione dell'edificio è sconosciuta ma, stando a quanto riportato in un documento del XIII secolo, era certamente precedente alla basilica. Già nel 1267 la chiesa viene assegnata agli Eremitani di Sant'Agostino che ne prendono possesso effettivamente nel 1323 con il convento adiacente ancora in costruzione. Del primo edificio non restano tracce in quanto, nel 1359, il vescovo di Bologna concede agli Eremitani di ricostruire l'oratorio che fu nuovamente trasformato nella seconda metà del XV secolo.[1] L'edificio aveva anticamente un prospetto sulla strada, che scomparve con la costruzione dei portici e rese necessario un ridimensionamento, nel 1483, messo in opera da Gaspare Nadi. In quell'anno veniva infatti costruita la cappella Bentivoglio, che riduceva lo spazio antistante l'antica chiesetta. Oggi, in onore anche alla titolazione a santa Cecilia, è usato come sala per concerti, ed è aperto alle visite turistiche con un regolare orario di apertura.

DescrizioneModifica

L'interno, ad aula unica, è coperto da una volta a botte ribassata e unghiata. Lungo le pareti laterali corre il ciclo affrescato, realizzato in appena due anni, dal 1505 al 1506 e dedicato alle storie dei santi Valeriano e Cecilia.

Da sinistra, a partire dall'altare, si incontrano:

All'altare è stata ricollocata la pala della Crocifissione e santi di Francesco Francia.

Altri affreschi frammentari si trovano nel portico.

NoteModifica

  1. ^ E. Stivani, Oratorio di S. Cecilia in Bologna, p.1

BibliografiaModifica

  • Eros Stivani, Oratorio di Santa Cacilia, Bologna 2017.
  • AA. VV., Emilia Romagna, Touring Club Editore, Milano 1991.
  • M. Forlai, L'Oratorio di Santa Cecilia, Editrice Compositori, Bologna 1997

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN155026220 · LCCN (ENnb2006017087 · WorldCat Identities (ENnb2006-017087