Apri il menu principale
Palazziol Piccolo
Palacol
Geografia fisica
LocalizzazioneMare Adriatico
Coordinate44°32′30″N 14°35′41″E / 44.541667°N 14.594722°E44.541667; 14.594722Coordinate: 44°32′30″N 14°35′41″E / 44.541667°N 14.594722°E44.541667; 14.594722
ArcipelagoIsole Palazziol (Isole Quarnerine)
Superficie0,05 km²
Dimensioni0,33 × 0,17 km
Sviluppo costiero1,1 km
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
RegioneRegione litoraneo-montana
ComuneLussinpiccolo
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Palazziol Piccolo
Palazziol Piccolo
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Palazziol[1][2][3][4], Palazzuoli[5][6], Palazziol Piccolo[7] o Palazzol Piccolo. (in croato Palacol) è un isolotto della Croazia che fa parte dell'arcipelago delle isole Quarnerine ed è situato a sud-est della punta meridionale della penisola d'Istria. Si trova nelle secche Palazzuoli[5] (plitvac Palacol) e assieme a Oruda, Scoglietto[7], scoglio Palazzuoli e scoglio Žnjorcak compone il gruppo delle isole Palazziol[7] o scogli Palazzuoli[8].

Amministrativamente appartiene alla città di Lussinpiccolo, nella regione litoraneo-montana.

GeografiaModifica

Palazziol Piccolo si trova nella parte meridionale del Quarnarolo, 57 km a sudest[9] dell'Istria, 6,5 km a est[10] dell'isola di Lussino e 10 km a sudest[11] dell'isola di Cherso; è separata dalla prima dal canale di Lussino (Lošinjski Kanal) e dalla seconda dalle secche Palazzuoli. Palazzol Piccolo si sviluppa in direzione nord-ovest/sud-est per 330 m[12] e raggiunge una larghezza massima di 170 m[13]; la sua superficie è di 0,05 km²[14].

Palazziol Grande ha una forma a goccia con la parte stretta rivolta a nord-ovest. Le coste si sviluppano per circa 1,1 km[14]. 600 m a nord-ovest si trova l'isola di Palazziol Grande[15].

Sull'isola si trovano le rovine di un monastero del VI secolo[1].

Isole adiacentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Isole in vendita, il paradiso a 5,8 milioni, su ilpiccolo.gelocal.it. URL consultato l'11 agosto 2016.
  2. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, 2008, Trebaseleghe (PD), Lint Editoriale, p. 370, ISBN 978-88-8190-244-6.
  3. ^ (EN) Henry Honeychurch Gorringe, Coasts of the Mediterranean Sea, parte IV, Рипол Классик, p. 153.
  4. ^ Wenzel Carl Wolfgang Blumenbach, Neuestes Gemälde der Oesterreichischen Monarchie, Doll, Vienna 1832, p. 178.
  5. ^ a b c Alberi, pp. 392-393.
  6. ^ I russi interessati alle isole di Oruda e Palazzuoli, su ricerca.gelocal.it. URL consultato il 19 ottobre 2016.
  7. ^ a b c d Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 509, ISBN 978-88-85339-29-3.
  8. ^ Giacomo Marieni, Portolano del mare Adriatico, Istituto geografico militare dell'i.r. Stato maggiore generale, Milano 1830, p. 90.
  9. ^ Distanza calcolata su Wikimapia
  10. ^ Distanza calcolata su Wikimapia
  11. ^ Distanza calcolata su Wikimapia
  12. ^ Lunghezza su Wikimapia
  13. ^ Larghezza su Wikimapia
  14. ^ a b COASTLINE LENGTHS AND AREAS OF ISLANDS IN THE CROATIAN PART OF THE ADRIATIC SEA DETERMINED FROM THE TOPOGRAPHIC MAPS AT THE SCALE OF 1 : 25 000 (PDF), su academa.si, p. 13. URL consultato l'11 agosto 2016.
  15. ^ (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  16. ^ Distanza dello scoglio Palazzuoli su Wikimapia
  17. ^ Distanza di Hrid su Wikimapia
  18. ^ PREGLED, POLOŽAJ I RASPORED MALIH, POVREMENO NASTANJENIH I NENASTANJENIH OTOKA I OTOČIĆA [Analisi, posizione e schema di isolotti e piccole isole, periodicamente abitati e disabitati] (PDF), su razvoj.gov.hr, p. 7. URL consultato l'8 agosto 2016.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica