Apri il menu principale

Paolo Matthiae

archeologo, scrittore e orientalista italiano

Paolo Matthiae (Roma, 9 gennaio 1940) è un archeologo, accademico e orientalista italiano.

Indice

Carriera accademicaModifica

È stato professore di archeologia e storia dell'arte del Vicino Oriente presso la Università degli studi di Roma "La Sapienza", nonché Direttore della spedizione italiana ad Ebla della quale è considerato lo scopritore[1]; fin dal 1963 e ha lavorato negli scavi di Tell Afis e Tell Fray.

Ha pubblicato numerosi libri e articoli[2] relativi ad Ebla (nella quale ha diretto gli scavi sul campo dal 1963 al 2010, quando ha dovuto interromperli a causa della guerra civile siriana) e alla storia dell'arte della Mesopotamia e della Siria in genere; in essi, partendo dall'esperienza condotta sul campo, ha intrapreso una revisione critica del ruolo storico della Siria nel quadro delle civiltà del Vicino Oriente[3].

RiconoscimentiModifica

OpereModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Muhly, James D. 1981. "[On] Paolo Matthiae, 'Ebla; an Empire Rediscovered' (1981); Giovanni Pettinato, 'The Archives of Ebla; an Empire Inscribed in Clay' (1981)." Biblical Archaeology Review no. 6: 9.
  2. ^ Gallet Y, D'Andrea M, Genevey A, Pinnock F, Le Goff M, Matthiae P. Archaeomagnetism at Ebla (Tell Mardikh, Syria). New data on geomagnetic field intensity variations in the Near East during the Bronze Age. Journal Of Archaeological Science [serial online]. February 1, 2014;42:295-304.
  3. ^ Matthiae P, Baffi F, Enea A. Ina Kibrat Erbetti : Studi Di Archeologia Orientale Dedicati A Paolo Matthiae, Roma : Università La Sapienza, 2006.
  4. ^ Biga M, Charpin D, Durand J, Dominique C. Paolo Matthiae, une appréciation. Revue D'assyriologie Et D'archéologie Orientale [serial online]. 2012;(1):1.
  5. ^ Kennedy J. Paolo Matthiae, Frances Pinnock, Lorenzo Nigro, and Nicolo Marchetti, eds.: Proceedings of the 6th International Congress of the Archaeology of the Ancient Near East, 5 May-10 May 2009, Sapienza, Universita di Roma. Bulletin- American Schools Of Oriental Research [serial online]. 2012;(365):101-103.
  6. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN73887970 · ISNI (EN0000 0001 1029 4573 · SBN IT\ICCU\CFIV\008586 · LCCN (ENn80125316 · BNF (FRcb12129415b (data)