Pap di Armenia

principe
Pap di Armenia
Re di Armenia
In carica 370 –
374
Nascita 353
Morte 374
Dinastia Arsacidi
Padre Arsace II
Madre Pharantzem
Consorte Zarmandukht
Figli Arsace III
Vologase

Pap di Armenia (armeno: Պապ; latino Papes o Papa; 353374) fu un principe arsacide che regnò sul regno d'Armenia dal 370 al 374. È noto per il suo avvelenamento del Catholicos d'Armenia e di tutti gli armeni Narsete il Grande.

BiografiaModifica

Figlio del re arsacide Arsace II di Armenia e della sua terza moglie, la nobile Pharantzem. Nato e cresciuto in Armenia poco si sa della sua formazione e dei suoi anni giovanili. Lo storico armeno Fausto di Bisanzio nel suo Storia degli Armeni (Libro IV, Capitolo 15) afferma solamente che i suoi genitori lo nutrirono fino alla sua pubertà quando divenne un giovane robusto. Durante l'invasione del re sasanide Sapore II del regno di Armenia, il giovane Pap e sua madre furono tenuti sotto protezione, insieme al tesoro reale, nella fortezza di Artogerassa difesa da truppe di nobili azat. Secondo Ammiano Marcellino le forze di invasione persiane erano capitanate da due luogotenenti di origini armene, Scilace e Artabane. Durante l'assedio della fortezza, la madre di Pap, la regina Pharantzem, supplicò i due comandanti affinché lasciassero andare suo figlio. Il filosofo greco Temistio testimonia dell'arrivo del giovane a Marcianopoli, dove aveva posto la sua corte d'inverno l'imperatore Valente.

Nel 369 tornò in Armenia, richiamato dalla nobiltà locale, ottenne l'investitura regale da parte dell'imperatore Valente l'anno successivo. Fu padre dei re d'Armenia Arsace III e di Vologase.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN45950675 · LCCN (ENn91129908 · WorldCat Identities (ENlccn-n91129908