Apri il menu principale
Monastero di Santa Barbara
Mammola - Museo Santa Barbara.jpg
Veduta dell’antico Monastero di Santa Barbara
StatoItalia Italia
RegioneCalabria
LocalitàMammola
ReligioneCattolica
Diocesi Locri-Gerace
Inizio costruzioneX secolo d.C.

Il monastero di Santa Barbara (noto anche con il suo acronimo Musaba o Parco Museo Santa Barbara), il monastero con il vasto parco, costituito da 7 ha di terreno con alberi di ulivi, agrumi e "giardini mediterranei", ospita sculture ed opere d'arte è situato nel comune di Mammola, in provincia di Reggio Calabria. Ospita attualmente un museo privato.

StoriaModifica

Menzionato anche come "Grancia di San Fantino de Proteriate", fu inizialmente basiliano, quindi, tra il 1193 e il 1514, prima certosino e poi cistercense: i certosini richiesero all'imperatore Carlo V la reintegrazione nel feudo e vi rimasero fino all'abolizione della feudalità nel 1808. La grangia di Santa Barbara possedeva numerosi terreni nei territori di Mammola, di Grotteria, di Gioiosa Ionica, di Siderno, di Canolo, di Gerace e di Caulonia e ospitava all'interno della cinta muraria i magazzini che ne custodivano i prodotti.

La chiesa conserva volta e un'abside, con nicchie disposte sul lato orientale, proprie del rito greco-bizantino. Il chiostro venne costruito sui resti di una cisterna di epoca romana.

Scavi archeologiciModifica

Nei pressi del fiume Torbido, la locale sovraintendenza condusse scavi archeologici, riportando alla luce una necropoli del IX-VIII secolo a.C., alla quale si era sovrapposto un insediamento greco del V-IV secolo a.C.. Nell'area era impiantata una statio (stazione di posta) romana, sul percorso di collegamento tra lo Jonio e il Tirreno.

Il museoModifica

 
Scultura nel Parco museo Santa Barbara

Nel 1969, l'artista Nik Spatari ha realizzato nel monastero il "Parco museo Santa Barbara", un museo privato di arte contemporanea.

Galleria d'immaginiModifica

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Gallucci, "Notizie storiche sul Monastero di San Fantino e sulla Grancia di S.Barbara", in Brutium, 4, 1983.
  • Parco MuSaBa, Museo Laboratorio, Rubettino Editore, 1966.

Collegamenti esterniModifica