Parco nazionale di Hortobágy

Parco nazionale Hortobágy
Hortobágyi Nemzeti Park Igazgatóságok
Hortobagy híd.jpg
Tipo di areaParco nazionale
Codice WDPA679, 67997 e 555527431
Cod. Natura 2000HUHN20002
Class. internaz.II
StatiUngheria Ungheria
Superficie a terra80.549 ha
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 47°35′40.49″N 21°09′24.41″E / 47.59458°N 21.15678°E47.59458; 21.15678

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Parco nazionale di Hortobágy - la puszta
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Gnome-globe.svg Riserva della biosfera
TipoCulturali
Criterio(iv) (v)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal1999 (come patrimonio)
1979 (come riserva)
Scheda UNESCO(EN) Hortobágy National Park - the Puszta
(FR) Patrimonio
(EN) Riserva

Il parco nazionale di Hortobágy (IPA ['ɦortobaːɟ]) fa parte dell'Alföld (Grande Pianura) situata nell'Ungheria orientale, nei pressi di Debrecen. Il nome originale è Puszta di Hortobágy. Venne dichiarato parco nazionale nel 1973 (il primo in Ungheria), riserva della biosfera nel 1979 ed inserito dall'UNESCO tra i patrimoni dell'umanità nel 1999.

Hortobágy nella Grande Pianura Ungherese con le pecore racka

L'Hortobágy è la più ampia area produttiva ungherese, nonché la più grande prateria rimasta in Europa centrale. La sua superficie occupa più di 800 km².

Il paesaggio di Hortobágy è simile ad una steppa, un prato piatto dove pascolano mandrie di cavalli, bufali, bovini grigi tipici dell'Ungheria, insieme a ovini "racka", cioè con le corna a torciglione, ed è l'habitat ideale per varie specie di uccelli: ne sono state avvistate ben 342. Nonostante le intense opere di bonifica che hanno reso l'Hortobágy in gran parte coltivabile, esso permette ancora oggi di godere di un paesaggio unico e fuori dal tempo.

La popolazione di questa zona ha mantenuto intatte le antiche tradizioni e attività: nel parco, il Museo dei pastori fa rivivere le abitudini degli abitanti della puszta che vivevano all'aperto tutto l'anno; un padiglione circolare custodisce la flora e la fauna più rare, insieme agli arnesi dei mestieri tradizionali popolari. In una galleria sono esposti quadri di noti pittori ungheresi che si sono ispirati a questo ambiente.

Si credeva che questa steppa alcalina si fosse formata grazie al taglio di immense foreste durante il Medioevo e che il fiume Tibisco avesse fatto il resto, modificando la struttura del terreno ed il suo pH. In realtà l'Hortobágy è più antico: l'alcalinizzazione iniziò all'incirca 10.000 anni fa, quando il Tibisco si fece strada lungo la grande pianura ungherese, "decapitando" i piccoli fiumi che nascevano dalle montagne settentrionali. La sua formazione venne conclusa dagli animali da pascolo, marmotte e cavalli selvaggi durante la glaciazione, e dagli animali domestici in seguito.

NoteModifica


Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN173242723 · LCCN (ENsh85062209 · GND (DE4487999-4 · WorldCat Identities (ENviaf-173242723