Apri il menu principale

Paul Fox (regista)

regista canadese

BiografiaModifica

Diplomato alla School of Visual Arts di New York, il suo primo film, Last Round Up, ha vinto numerosi premi ed è stato invitato al Sundance Film Festival.[1] Il primo lungometraggio di, The Dark Hours (del 2005), è un thriller psicologico che ha ricevuto molti consensi e numerosi riconoscimenti nei festival di tutto il mondo.[2]

L'anno successivo ha diretto Everything's Gone Green, scritto da Douglas Coupland, premiato al Vancouver International Film Festival.[3]

Ha diretto diversi episodi di serie televisive.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CortometraggiModifica

  • Last Round Up (1990)
  • Reunion (2001)

RiconoscimentiModifica

Austin Fantastic Fest

  • 2005 - Miglior film per The Dark Hours[4]

Canadian Screen Awards

  • 2016 - Best direction on a comedy program or series per l'episodio di Schitt's Creek The Cabin[5]

New York City Horror Film Festival

  • 2005 - Miglior film per The Dark Hours[4][6]

Puchon International Fantastic Film Festival

  • 2005 - Best of Puchon per The Dark Hours[7]

Sitges - Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna

  • 2005 - Carnet Jove Jury - Midnight X-Treme Award per The Dark Hours[8]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Paul Fox, su enprimeur.ca. URL consultato il 16 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2018).
  2. ^ (EN) Jennie Punter, Profile: Paul Fox, The Globe and Mail, 11 novembre 2005. URL consultato il 20 ottobre 2018.
  3. ^ (EN) Coupland movie gets top award at Vancouver film fest, CBC Arts, 14 ottobre 2006. URL consultato il 20 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2007).
  4. ^ a b (EN) indieWIRE INTERVIEW - “Everything’s Gone Green” Director Paul Fox, su indiewire.com, 12 aprile 2007. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  5. ^ (EN) Cory Angeletti-Szasz, CFC Alumni Honoured with 2016 Canadian Screen Awards, su cfccreates.com, 14 marzo 2016. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  6. ^ (EN) 2005 Film Festival - NYC Horror Film Festival, su nychorrorfest.com.
  7. ^ (EN) 2005(9th), su 20th.bifan.kr. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  8. ^ (CA) 'Hard Candy' de David Slade, la millor del Festival de Sitges, su eixdiari.cat, 17 ottobre 2005. URL consultato il 20 ottobre 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN106407777 · ISNI (EN0000 0000 7431 5698 · WorldCat Identities (EN106407777