Apri il menu principale

Pazzano (Serramazzoni)

frazione del comune italiano di Serramazzoni
Pazzano
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Modena-Stemma.png Modena
ComuneSerramazzoni-Stemma.png Serramazzoni
Territorio
Coordinate44°26′27″N 10°49′18″E / 44.440833°N 10.821667°E44.440833; 10.821667 (Pazzano)Coordinate: 44°26′27″N 10°49′18″E / 44.440833°N 10.821667°E44.440833; 10.821667 (Pazzano)
Altitudine541 - 475 m s.l.m.
Abitanti109 (2014)
Altre informazioni
Cod. postale41028
Prefisso0536
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantipazzanesi
PatronoSS Martiri Giovanni e Paolo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pazzano
Pazzano

Pazzano è una frazione del comune di Serramazzoni in provincia di Modena, da cui dista 4 km.

La frazione di Pazzano è divisa a sua volta in due borgate principali: Pazzano di sopra (541 m s.l.m.) e Pazzano di sotto (475 m s.l.m.) distanti fra loro solo poche centinaia di metri di aperta campagna.

ChiesaModifica

La chiesa di Pazzano sorge su un pianoro posto alle falde del monte di Monfestino, dove fu costruita a partire dal 1725 su disegno di Antonio Vandelli. La chiesa è dedicata ai santi Giovanni e Paolo, martiri a Roma: i santi protettori sono raffigurati in un pregevole dipinto, di origine tardo '600 collocato nell'abside e riportato al suo aspetto originale da un recente restauro. L'interno, decorato alla fine dell'800 con semplici motivi ornamentali, si sviluppa in un'ampia navata centrale e quattro piccole cappelle laterali. Sulla destra si eleva il campanile a fusto quadrato con cella campanaria. La chiesa e il campanile vennero consacrati nel 1915. L'altare è dedicato a San Giuseppe e davanti a esso, prima dei lavori di restauro avvenuti negli anni 1970-80, si poteva vedere una tomba con scolpito un guerriero e la scritta "Marcus Bazzanus et sibis natis et pasque nato proli hoc sepolcrum construxit - A. MDLXXX"; questa tomba era il sepolcro dell'importante famiglia dei Bazzani.

CuriositàModifica

Le colline di Pazzano e le sue borgate sono state d'ispirazione per il poeta e scrittore Guido Cavani: è tra questi luoghi che, tra 1940 e 1960, scrive il romanzo Zebio Cotal ambientandone la trama.

Collegamenti esterniModifica