Apri il menu principale

Piedipaterno

frazione del comune italiano di Vallo di Nera
(Reindirizzamento da Piedipaterno sul Nera)
Piedipaterno
frazione
Piedipaterno – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Umbria-Stemma.svg Umbria
ProvinciaProvincia di Perugia-Stemma.png Perugia
ComuneVallo di Nera-Stemma.png Vallo di Nera
Territorio
Coordinate42°46′09″N 12°51′47″E / 42.769167°N 12.863056°E42.769167; 12.863056 (Piedipaterno)Coordinate: 42°46′09″N 12°51′47″E / 42.769167°N 12.863056°E42.769167; 12.863056 (Piedipaterno)
Altitudine333 m s.l.m.
Abitanti117 (censim. 2001 (21 ott.))
Altre informazioni
Cod. postale06040
Prefisso0743
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Piedipaterno
Piedipaterno

Piedipaterno è una frazione del comune di Vallo di Nera, in provincia di Perugia, ed è sede della casa comunale. È situata a 3 km da Vallo di Nera, il centro che dà il nome al comune, e a un'altitudine di 333 m s.l.m..

Secondo i dati del censimento del 2001, gli abitanti sono 117. [1]

Sorto come il borgo di Paterno, fu per brevissimo tempo comune autonomo, denominato fino al 1880 Meggiano e quindi Piedipaterno sul Nera, fu accorpato nel 1881 all'attuale comune di Vallo di Nera.

Tra i monumenti da visitare: la chiesa di San Sebastiano Martire, la chiesa della Madonna delle Grazie, la chiesa dell'Eremita poco distante dal centro abitato, la torre medievale che sorge sulla rupe di Paterno. A ridosso del paese scorre il fiume Nera e passa il tracciato della ex Ferrovia Spoleto-Norcia, molto frequentata da escursionisti e ciclisti. Di sicuro interesse la presenza di aziende produttrici di trote e di tartufo, che possono essere acquistati direttamente sul posto negli appositi punti-vendita.

Infrastrutture e trasportiModifica

FerrovieModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione di Piedipaterno-Vallo di Nera e Ferrovia Spoleto-Norcia.

Dal 1926 al 1968 Piedipaterno (insieme al comune di Vallo di Nera) fu servita (tramite l'omonima stazione) dalla ferrovia Spoleto-Norcia, una linea a scartamento ridotto che collegava Spoleto con Norcia, che rimase in esercizio dal 1º novembre 1926 al 31 luglio 1968, quando fu soppressa. Le tracce della ferrovia sono quasi tutte conservate, il sedime è stato convertito in una pista ciclabile.

Altri progettiModifica

  Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Umbria