Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il santo egiziano del III secolo, vedi San Pierio.

Pierio (o Pierius, ... - 11 agosto 490) fu un patrizio romano, comes domesticorum (comandante della guardia del corpo) al servizio di Odoacre. Noto per essere il beneficiario di una donazione, elargita dal sovrano erulo, trascritta su di un papiro nell'anno 489, dove riceve in dono una massa fondorum situata in Sicilia, nel Siracusano.

Nel documento papiraceo viene menzionato come vir illustris (uomo illustre). Perse la vita l'11 agosto del 490, durante la battaglia dell'Adda, svoltasi nei pressi dell'omonimo fiume lombardo, combattendo per la causa di Odoacre fino all'ultimo.[1]

«ma colui, che diè maggior celebrità con la sua morte a quella cruente giornata, fu Pierio [...] che tenne fino all'estremo respiro le parti degli Eruli e de' Turciligi, e mostrò quanto in pochi anni avesse Odoacre saputo, imponendo ad essi un utile freno, mutarli dopo l'arrivo loro in Italia e conseguire che illustri Romani dessero la propria vita per la sua causa.»

(Carlo Troya, Storia d'Italia del medioevo. Vol. 2, Eruli e Goti; pt. 1,[a]. Vol. 1-2, 1844, p. 287.)

NoteModifica

  1. ^ Vd. Luigi Gaetano Marini, I Papiri diplomatici, la Propagande, 1805, p. 273; Carlo Troya, Storia d'Italia del medioevo. Vol. 2, Eruli e Goti; pt. 1,[a]. Vol. 1-2, 1844; Luca Obertello, Atti, 1981, p. 74.