Apri il menu principale

Pietro Rondoni (San Miniato, 2 ottobre 1882Milano, 4 novembre 1956) è stato un patologo e oncologo italiano, noto per aver studiato i meccanismi immunitari implicati nella patogenesi, nella diagnosi e nella terapia delle malattie, specialmente delle malattie infettive, allergiche e tumorali, e per essere stato uno dei primi assertori dell'origine carenziale della pellagra.

Indice

BiografiaModifica

Rondoni si laureò in medicina all'Istituto di Studi Superiori Pratici e di Perfezionamento di Firenze nel 1906. Nel periodo 1907-1909 si recò all'Institut für experimentelle Therapie (Istituto di terapia sperimentale) dell'ateneo di Francoforte sul Meno (Germania), diretto allora dal farmacologo Paul Ehrlich, dove poté perfezionarsi in immunologia con l'anatomopatologo Ludwig Edinger. A Francoforte Rondoni eseguì importanti ricerche con Hans Sachs sulla reazione emolitica e sul meccanismo della reazione di Wassermann per la diagnosi della sifilide, spiegando la catena di eventi nota come «fenomeno di Sachs-Rondoni».

Nel 1909 tornò a Firenze dove rimase presso l'istituto di patologia generale diretto da Alessandro Lustig Piacezzi. A Firenze Rondoni fece studi molto importanti sull'origine della pellagra, sul meccanismo d'azione della tubercolina e sull'allergia. Ottenuta la libera docenza nel 1911, fu dapprima professore di batteriologia all'università di Firenze, e poi di patologia generale a Sassari e Napoli. Nel 1924 si trasferì all'Università degli Studi di Milano, appena fondata, dove fu anche direttore dell'Istituto Nazionale Vittorio Emanuele III per lo Studio e la Cura del Cancro (1953).

RiconoscimentiModifica

OpereModifica

Pietro Rondoni fu autore di oltre 360 pubblicazioni scientifiche, fra i quali due fondamentali trattati:

  • Pietro Rondoni, Elementi di biochimica : con applicazioni alla patologia ed alla diagnostica. Torino : Unione Tipografico-Editrice Torinese, 1925
  • Pietro Rondoni, Il Cancro. Milano : Casa Editrice Ambrosiana, 1946

BibliografiaModifica

  • E.V. Cowdry, "An appraisal of Professor Pietro Rondoni". Tumori (1967, Jan-Feb); 53(1):3-4, PMID 4862456
  • P. Verga, "In memoria di Pietro Rondoni". Riforma Med. (1957, Dec 7); 71(49):1423-4, PMID 13528579
  • F. Perussia, "Pietro Rondoni". Sci. Med. Ital. (1957, Oct-Dec); 6(2):201-11, PMID 13568820
  • F. Perussia, "In memoria di Pietro Rondoni". Rass. Int. Clin. Ter. (1956, Nov 30); 36(22):666-7 PMID 13389811
  • Luigi Califano, "Pietro Rondoni 1882-1956". La Ricerca Scientifica (1957); 27(8):2341-5.

Collegamenti esterniModifica

  • Marco Presta, "Pietro Rondoni: un pioniere dello studio dell'angiogenesi tumorale". Il Notiziario della Società Italiana di Patologia (2001); 1(1):13-14 [1]
Controllo di autoritàVIAF (EN71383301 · ISNI (EN0000 0001 1069 8017 · BNF (FRcb110339066 (data) · BAV ADV11139043 · WorldCat Identities (EN71383301