Plack (in gaelico scozzese plang) è una moneta scozzese.

Storia modifica

Era una moneta di biglione dal valore di 4 penny, con un peso di 31,41 grani (2,03 g) ed un titolo di 500/1000, coniato per la prima volta sotto Giacomo III di Scozia, alla zecca di Edimburgo.

Sotto Giacomo V il titolo scese a 250/1000, mantenendo lo stesso peso.

Sotto Maria Stuarda il peso calò al 29,44 grani ed il titolo a 83/1000 anche se il valore nominale rimase di 4 penny.

Sotto Giacomo VI il titolo salì a 250/1000 e la moneta ora valutata 8 penny fu coniata dal 1583 al 1590. Nel 1594 fu sostituita dal saltire plack (alla croce di sant'Andrea) con peso simile, titolo a 83/1000 e valore da 4 penny. Dopo questa emissione la denominazione non fu più emessa.
Fu coniato anche l'half plack sempre in biglione.[1][2]

Corrispondeva alla plaque francese e al plak olandese.[3]

Note modifica

  1. ^ Stewart: Scottish...
  2. ^ Belaubre Dictionnaire'...
  3. ^ Klütz: Münznamen...

Bibliografia modifica

  • Donald Bateson. Scottish Coins. Shire Publications Ltd., Bucks, 1987, ISBN 0852638477
  • Jean Belaubre, Dictionaire de Numismatique médiévale occidentale, Parigi, Léopard d'Or, 1996, ISBN 2-86377-121-3.
  • Herbert Grueber: Handbook of the Coins of Great Britain and Ireland in the British Museum, Londra 1899. [1] (ristampa 1970 ISBN 1402110901)
  • (DE) Konrad Klütz, Münznamen und ihre Herkunft, Vienna, moneytrend Verlag, 2004, ISBN 3-9501620-3-8.
  • (EN) Ian Halley Stewart, The Scottish Coinage, Londra, Spink & Son, 1955.