Apri il menu principale
Ponte dei Patriarchi
Wiki patriarshy 1.jpg
Il ponte dei Patriarchi
Localizzazione
StatoRussia Russia
CittàMosca
AttraversaMoscova
Coordinate55°44′36″N 37°36′32″E / 55.743333°N 37.608889°E55.743333; 37.608889Coordinate: 55°44′36″N 37°36′32″E / 55.743333°N 37.608889°E55.743333; 37.608889
Dati tecnici
TipoPonte a trave scatolare
Materialeacciaio
Lunghezza203 m
Realizzazione
ProgettistaMichail Michajlovič Posochin
Costruzione2002-settembre 2004
Mappa di localizzazione

Il ponte dei Patriarchi (in russo: Патриарший Мост?, traslitterato: Patriaršij Most), conosciuto anche come Patriarshy Bridge, è un ponte pedonale a trave scatolare in acciaio che attraversa la Moscova in corrispondenza della Cattedrale di Cristo Salvatore.

Indice

StoriaModifica

 
Dettaglio del ponte di dei Patriarchi

La costruzione della prima parte del ponte, che collega la Cattedrale di Cristo Salvatore con l'argine Bersenevskaya, è iniziata nel 2002 su progetto dell'architetto russo Michail Michajlovič Posochin (in russo: Михаил Михайлович Посохин?), che aveva già collaborato al progetto per la ricostruzione della cattedrale,[1] ed è terminata nel settembre 2004. Una targa commemorativa posta all'ingresso del ponte ricorda che oltre a Posochin hanno lavorato al progetto anche l'architetto e scultore Zurab Konstantinovič Cereteli e gli ingegneri O. I. Chereminskov e A. M. Kolchin.[2][3]

Nel 2007 il ponte pedonale è stato prolungato fino a oltrepassare il canale Vodootvodnyj.[4]

Tra il 2008 e il 2011 l'allora presidente della Federazione Russa Dmitrij Medvedev ha registrato sul ponte gli auguri per il nuovo anno.[5]

DescrizioneModifica

 
Il Cremlino visto dal ponte di dei Patriarchi

Il ponte dei Patriarchi è considerato uno dei ponti più belli di Mosca ed è molto amato dai turisti grazie anche alla vista verso il Cremlino che è possibile ammirare mentre ci si trova su di esso.[5][6]

Il tratto di ponte al di sopra della Moscova è lungo 203 metri e largo 10 ed è costituito da tre campate, la maggiore delle quali ha una luce di 105 metri.[7]
La struttura del ponte è costituita da una trave scatolare in acciaio. Ai lati dell'impalcato è stata installata una struttura reticolare in acciaio, che fa pensare ad un ponte a traliccio ma che ha in realtà solo una funzione estetica, facendo pensare ad un ponte di fine XIX secolo. Anche per l'illuminazione sono stati scelti dei lampioni in stile antico.[2][5]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Mikhail Mikhailovich Posokhin, su structurae.net. URL consultato il 28/01/2019.
  2. ^ a b (EN) Patriarshiy Most, su structurae.net. URL consultato il 28/01/2019.
  3. ^ (EN) Old Style Street Lights of Patriarchal Bridge Against Twilight Sky, su moscow-driver.com. URL consultato il 28/01/2019.
  4. ^ (RU) События недели с 1 по 8 сентября - Eventi della settimana dall'1 all'8 settembre 2007, su lenta.ru. URL consultato il 28/01/2019.
  5. ^ a b c (EN) Patriarshy Bridge, su kremlintour.com. URL consultato il 28/01/2019.
  6. ^ Passeggiare a Mosca: i nuovi itinerari turistici, su it.rbth.com. URL consultato il 28/01/2019.
  7. ^ (RU) Патриарший мост, su cruiseinform.ru. URL consultato il 28/01/2019.

Altri progettiModifica