Apri il menu principale
Porta Rudiae
Porta Rudiae a Lecce.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàLecce
Coordinate40°21′04.84″N 18°09′52.49″E / 40.351345°N 18.164581°E40.351345; 18.164581Coordinate: 40°21′04.84″N 18°09′52.49″E / 40.351345°N 18.164581°E40.351345; 18.164581
Informazioni generali
Stilebarocco
CostruzioneXV secolo circa.-1703 (ricostruzione)
Visitabile
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Aperta sul braccio delle mura orientali della città, Porta Rudiae è la più interessante e antica delle porte di Lecce, quella che volgeva verso l'antica città distrutta di Rudiae, da cui prese il nome. Si trova in via Adua, in prossimità dell'intersezione tra viale dell'Università e via Dalmazio Birago.

Indice

DescrizioneModifica

Sorta sulle rovine di una porta più antica crollata verso la fine del XVII secolo, Porta Rudiae fu ricostruita nel 1703 dal nobile leccese Prospero Lubelli. La porta è costituita da un unico fornice, affiancato da due colonne per lato che poggiano su di un podio e che sorreggono un fregio in cui sono collocati i busti dei mitici fondatori della città: Malennio, Dauno, Euippa e Idomeneo.

Tale porta, detta anche di sant'Oronzo, è sormontata dalla statua del santo, protettore di Lecce, e da quelle degli altri protettori della città santa Irene e san Domenico. Un'epigrafe latina ricorda come la porta fu ricostruita per legato del leccese Prospero Lubelli sotto il sindaco Cesare Belli.

BibliografiaModifica

  • Lecce elegia del Barocco, Michele Paone, Congedo Editore, Galatina (Lecce) 1999

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica