Apri il menu principale
Porta Tufilla
Porta Tufilla Ascoli Piceno.jpg
Statobandiera Stato Pontificio
Stato attualeItalia Italia
RegioneMarche Marche
CittàAscoli Piceno-Stemma.png Ascoli Piceno
Coordinate42°51′24.98″N 13°34′41.97″E / 42.856938°N 13.578326°E42.856938; 13.578326Coordinate: 42°51′24.98″N 13°34′41.97″E / 42.856938°N 13.578326°E42.856938; 13.578326
Informazioni generali
Costruzione1552-1555
Materialetravertino
Condizione attualeben conservate e restaurate
Informazioni militari
Funzione strategicaPorta cittadina
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Porta Tufilla è una delle porte della città di Ascoli Piceno.

Si trova sul lungotronto ed un suo fianco costeggia il vicino corso del fiume attraversato in quel tratto dal ponte Nuovo e dal ponte Tufillo.

Indice

StoriaModifica

Venne così denominata per un piccolo sperone di roccia tufacea che si trova alla base dell'apertura del fornice. Fu costruita tra il 1552 e il 1555, come testimonia l'epigrafe della linea marcapiano “PAULO IIII PONT MAX MDLV”, dall'architetto Camillo Merli sulle fondamenta di una più antica.

StrutturaModifica

Il corpo di fabbrica si compone di un solo arco a tutto sesto cui è sovrapposta una pittoresca loggetta di guardia a tre luci, con basi e capitelli.

Fra la sommità dell'arco e le caditoie, uno spazio incorniciato e rettangolare mostra le tracce di un affresco votivo, recentemente restaurato.

Si nota la presenza di strutture atte alla difesa piombante che erano superate al momento della realizzazione dell'opera.

BibliografiaModifica

  • Antonio Rodilossi, Ascoli Piceno città d'arte, "Stampa & Stampa" Gruppo Euroarte Gattei, Grafiche STIG, Modena, 1983, pp. 136;

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche