Apri il menu principale

Potamotherium miocenicum

specie di animale della famiglia Mustelidae
(Reindirizzamento da Potamotherium)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Potamotherium miocenicum
Potamotherium.jpg
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Semantoridae
Genere Potamotherium
Geoffroy, 1833
Specie P. miocenicum
Nomenclatura binomiale
Potamotherium miocenicum
Peters, 1868

Potamotherium miocenicum[1] era un carnivoro semantoride, vissuto in Europa (Francia) nel Miocene inferiore[2][3], che poteva raggiungere una lunghezza di 1,5 m.

Potamotherium assomigliava a un'odierna lontra, e come il suo equivalente attuale aveva un lungo corpo sinuoso e zampe corte. Probabilmente correva nel sottobosco rivierasco con una serie di balzi, il dorso arcuato e la testa vicino al terreno. Il suo olfatto non era ben sviluppato, ma l'udito e la vista sembrano essere stati acuti, aiutandolo a catturare i pesci[4].

Potamotherium era senza dubbio un eccellente nuotatore, la sua forma idrodinamica poteva fendere l'acqua, e la sua colonna vertebrale flessibile gli consentiva di tuffarsi e lanciarsi facilmente sott'acqua.

Le lontre e animali simili sono i soli mustelidi ben rappresentati nelle testimonianze fossili, forse perché vivevano in prossimità dell'acqua e quindi era più facile che fossero sepolte in sedimenti e poi fossilizzate. I paleontologi pensano che i focidi si siano evoluti da un animale simile a un mustelide[5].

NoteModifica

  1. ^ Potamotherium at the Paleobiology Database., paleodb.org. URL consultato il 25 novembre 2008.
  2. ^ Tedford, R. H. et al. (2004): Late Cretaceous and Cenozoic Mammals of North America (ed. Woodburne, M. O.), pp 169–231 (Columbia University Press, 2004)
  3. ^ Mörs, T. & Von Koenigswald, W. (2000): Potamotherium valletoni (Carnivora, Mammalia) aus dem Oberoligozän von Enspel im Westerwald. Senckenberg. Leth. no 80: pp 257–273
  4. ^ Palmer, D. (a cura di), The Marshall Illustrated Encyclopedia of Dinosaurs and Prehistoric Animals, London, Marshall Editions, 1999, p. 215, ISBN 1-84028-152-9.
  5. ^ Rybczynski, N., Dawson, M.R & Tedford, R.H. (2009): A semi-aquatic Arctic mammalian carnivore from the Miocene epoch and origin of Pinnipedia. Nature no 458, pp 1021-1024. Full text

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi