Apri il menu principale

DescrizioneModifica

La testa dei pitoni è grossa, distinta dal corpo. I denti sono a forma di uncino. L'occhio è piccolo, con una pupilla verticale.[senza fonte]

Come tutte le altre specie di serpenti anch'essi sono carnivori, e, date le dimensioni che taluni esemplari raggiungono, possono nutrirsi di animali di dimensioni ragguardevoli come antilopi o cervi. I pitoni non posseggono veleno, e uccidono usando la forza muscolare; avvolgono le spire attorno al corpo della preda e la comprimono fino a provocarne la morte per arresto circolatorio, e non soffocamento come comunemente si crede.[senza fonte]

I pitoni riescono a inghiottire anche grandi prede per intero, grazie all'osso quadrato e ai legamenti elastici che legano debolmente la mandibola al cranio.[senza fonte]

TassonomiaModifica

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Genus: Python, in The Reptile Database. URL consultato il 29 luglio 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili