Quattro mura

film del 1928 diretto da William Nigh
Quattro mura
Crawford-Gilbert-1928.JPG
John Gilbert e Joan Crawford
Titolo originaleFour Walls
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1928
Durata60 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.37:1
film muto
Generedrammatico
RegiaWilliam Nigh
Soggettodal lavoro teatrale Four Walls di George Abbott, Dana Burnet
SceneggiaturaGeorge Abbott, Alice D.G. Miller, Joseph Farnham
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer
FotografiaJames Wong Howe
MontaggioHarry Reynolds
ScenografiaCedric Gibbons
CostumiDavid Cox
Interpreti e personaggi

Quattro mura (Four Walls) è un film muto del 1928 diretto da William Nigh. La sceneggiatura si basa sul lavoro teatrale Four Walls di Dana Burnet e George Abbott che andò in scena con successo al John Golden Theatre di Broadway il 19 settembre 1927[1].

TramaModifica

Benny Horowitz, capo di una gang dell'East Side, finisce in carcere condannato per l'omicidio colposo di un altro malvivente. Scontata la sua condanna, Benny decide di rigare dritto e trova lavoro in un garage. La sua vecchia ragazza, Frieda, cerca di riallacciare la loro relazione ma lui, benché ne sia ancora innamorato, fa invece la corte a Bertha, una vicina di casa che ha aiutato sua madre mentre lui si trovava in carcere. Bertha però rifiuta di sposarlo, convinta che Benny ami Frieda. Durante una festa, Monk, il nuovo capo gang, resta incidentalmente ucciso a causa di una caduta. Sullivan, il detective che ha arrestato per la prima volta Benny, sospetta dapprima che il colpevole della morte di Monk sia lui, ma in seguito si ricrede. Benny, svaniti di sospetti su di lui, inizia una nuova vita accanto a Frieda.

ProduzioneModifica

Girato nel maggio/giugno 1928, il film fu prodotto dalla MGM.

DistribuzioneModifica

Il film fu distribuito dalla MGM, uscendo nelle sale statunitensi l'11 agosto 1928 con il titolo originale Four Walls (o 4 Walls). In Austria, il film fu distribuito nel 1929 con il titolo Der Totschläger; in Finlandia uscì il 30 dicembre 1929. In Norvegia, venne ribattezzato *Innenfor murene, in Italia Quattro mura[2].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7
  • (EN) Lawrence J. Quirk, The Films of Joan Crawford, The Citadel Press, Secaucus, New Jersey, 1968 ISBN 0-8065-0008-5

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema