Apri il menu principale

Quel dannato pugno di uomini

film televisivo del 1978 diretto da Charles S. Dubin e Samuel Fuller
Quel dannato pugno di uomini
Quel dannato pugno di uomini.jpg
Lee Marvin in una scena del film
Titolo originaleThe Meanest Men in the West
PaeseStati Uniti d'America
Anno1978
Formatofilm TV
Generewestern
Durata91 minuti
Lingua originaleinglese
Rapporto1,33:1
Crediti
RegiaCharles S. Dubin e Samuel Fuller
SceneggiaturaSamuel Fuller, Ed Waters
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaEnzo A. Martinelli
MontaggioJean Jacques Berthelot, Gene Palmer
MusicheHal Mooney
ScenografiaGlen Daniels, John McCarthy Jr., James M. Walters Sr.
TruccoBud Westmore, Leo Lotito Jr.
ProduttoreJoel Rogosin, Charles Marquis Warren
Casa di produzioneRevue Studios, Universal Television
Prima visione

Quel dannato pugno di uomini (The Meanest Men in the West) è un film televisivo del 1978 diretto da Charles S. Dubin e Samuel Fuller.

Indice

TramaModifica

ProduzioneModifica

È composto dal montaggio di due episodi della serie tv Il virginiano: It Tolls For Thee della prima stagione (1962) e Reckoning della sesta stagione (1967).

DistribuzioneModifica

In Italia è stato distribuito al cinema il 4 maggio 1978.[4][5]

CriticaModifica

«[...] Anche se molti degli ingredienti usati da Fuller e Dubin non sono di prima mano, pure il film ha una sua presa sul pubblico, sia per le implicazioni psicologiche, sia pe il modo stesso in cui i due personaggi si vengono delineando, ascendo da una ipotetica scorza protettiva. Girato con mestiere, ma anche senza eccessivi guizzi, si affida soprattutto alle capacità di Bronson e di Marvin, che raramente si lasciano prendere la mano da facili e pur possibili gigionerie.»

(Mirella Acconciamessa, l'Unità, 7 maggio 1978 [6])

«L'interrogativo più emozionante in questo western di evidente impianto televisivo e girato a quattro mani dall'esperto Fuller con lo sconosciuto Dubin, consiste nella data di origine che non compare né sotto i titoli di testa né tra il materiale pubblicitario. C'è da dire che Charles Bronson sembra il figlio di sé stesso, senza baffi e senza grinta, e che in ogni modo Lee J. Cobb è morto da due anni e mezzo. Ciò riporta il film in epoca lontana e in un momento di trasandatezza.
Se si eccettuano la bellezza del paesaggio e la concitazione degl'inseguimenti, la produzione risulta di serie B. Come motivi d'interesse i due registi offrono a loro volta due spunti: il contrasto tra il bene e il male rappresentati dal « fuorilegge » Lee Marvin e dallo « sceriffo » Lee J. Cobb. [...] Qualche venatura psicanalitica non alleggerisce davvero il peso di Quel dannato pugno di uomini. Gli attori sottostanno a parti convenzionali con un generico senso di professionismo.»

(Piero Perona, La Stampa, 13 maggio 1978 [7])

NoteModifica

  1. ^ Preble in originale
  2. ^ Keeler in originale
  3. ^ Steve Hall in originale
  4. ^ Quel dannato pugno di uomini nella Banca dati della revisione cinematografica, italiataglia.it
  5. ^ In anteprima nazionale. Domani al Gran Cinema Galleria Archiviato il 14 ottobre 2016 in Internet Archive., La Gazzetta del Mezzogiorno, 3 maggio 1978
  6. ^ Fratelli nemici per la pelle Archiviato il 16 settembre 2016 in Internet Archive.
  7. ^ Le prime visioni sugli schermi a Torino

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema