Apri il menu principale

Rainier Motor Car Company

Rainier Motor Car Company
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione1905 a New York
Fondata daJohn T. Rainier
Chiusura1911
Sede principaleNew York
GruppoGeneral Motors
SettoreTrasporto
ProdottiAutomobili
Parti di veicoli

La Rainier Motor Car Company è stata una casa automobilistica statunitense attiva dal 1905 al 1911 a New York[1]. Era specializzata nella realizzazione di modelli lussuosi e di grandi dimensioni.

StoriaModifica

 
Una Rainier del 1906

I modelli Rainier erano vetture di grandi dimensioni, dalla linea convenzionale, solidamente costruite e dalle finiture lussuose. Conquistarono molte cronoscalate. La Rainier fu tra le prime case automobilistiche ad offrire un anno di garanzia per le proprie vetture.

All'inizio la Rainier non realizzava vetture complete. Nei primi anni il telaio proveniva dalla Garford Motor Truck Company di Elyria, nell'Ohio, che era specializzata nella produzione di componenti automobilistici. Il completamento della vettura era poi eseguito negli stabilimenti Rainier di New York. In particolare, la Garford realizzava telai per varie aziende automobilistiche, principalmente per la Studebaker. Nel 1907 le forniture della Garford iniziarono a diventare sempre meno sicure per via del legame sempre più stretto tra l'azienda di Elyria e la Studebaker. La Rainier decise quindi di iniziare a produrre vetture complete. Per tale scopo, fu impiantato un nuovo stabilimento a Saginaw, nel Michigan. La fabbrica fu operativa nel 1908.

Nel 1907 iniziò una spirale recessiva che mise in forte difficoltà la Rainier, soprattutto sulla scorta della decisione di aprire un nuovo stabilimento per realizzarvi vetture complete. Dopo aver raggiunto una produzione annua di 300 veicoli, la Rainier entrò in bancarotta perché non aveva più fondi per pagare le forniture. Nel 1909 la Rainier fu acquistata dal proprietario della General Motors, William C. Durant.

La General Motors riorganizzò la compagnia. All'interno della nuova società, la Rainier iniziò a produrre autovetture e parti di veicoli per i marchi di auto di lusso da poco acquistati dalla General Motors, la Welch e la Welch-Detroit. La General Motors, sempre con l'obiettivo di produrre auto lussuose, fondò poi la Marquette. Nel 1910 Durant lasciò il gruppo a causa delle difficoltà finanziarie occorse alla General Motors: le troppe acquisizioni misero infatti in seria difficoltà le finanze della compagnia. Il nuovo management decise di sopprimere alcuni marchi del gruppo. Tra essi, ci fu la Welch ma non la Welch-Detroit, i cui impianti furono trasferiti nello stabilimento di Saginaw. Nel 1911, dopo qualche tentativo di rilancio, fu decisa la soppressione del marchio Rainier.

Modelli prodotti (1905–1911)Modifica

Anni Modello Passo (mm) Carrozzeria Prezzo ($)
1905-1906 Model A; 22/28 HP 2.489 Turismo, 5 passeggeri 3.500
1906 Model B; 30/35 HP 2.642 Town Car, 7 passeggeri 4.000
1907 Model C; 30/35 HP 2.642 Turismo, 5 passeggeri 4.250
1907 Model C; 30/35 HP 2.642 Landaulet, 7 passeggeri 4.250
1908-1909 Model D; 40/50 HP 2.642 Turismo, 5 passeggeri 4.500
1908-1909 Model D; 40/50 HP 2.642 Berlina, 7 passeggeri 5.500
1910 Model F; 50 HP 3.023 Turismo, 7 passeggeri 4.500
1910 Model F; 50 HP 3.023 Tonneau, 5 passeggeri 4.500
1910 Model F; 50 HP 3.023 Turismo, 5 passeggeri 4.500
1910 Model F; 50 HP 3.023 Berlina, 7 passeggeri 5.750
1910 Model F; 50 HP 3.023 Landaulet, 7 passeggeri 5.850
1911 Model F; 50 HP 3.048 Roadster, 2 passeggeri 4.250
1911 Model F; 50 HP 3.048 Turismo, 4 passeggeri 4.250
1911 Model F; 50 HP 3.048 Turismo, 7 passeggeri 4.250
1911 Model F; 50 HP 3.048 Turismo, 7 passeggeri 4.500
1911 Model F; 50 HP 3.048 Turismo, 5 passeggeri 4.500
1911 Model F; 50 HP 3.048 Berlina, 7 passeggeri 4.600
1911 Model F; 50 HP 3.048 Landaulet, 7 passeggeri 4.600

NoteModifica

  1. ^ (EN) From Bicycles to Automobiles, sandusky-county-scrapbook.net. URL consultato il 4 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2013).

BibliografiaModifica

  • (EN) Beverly Kimes, Henry Clark, The Standard Catalogue of American Cars 1805–1942, Krause Publications, 1985, ISBN 0-87341-111-0.
  • (EN) Nick Georgano, Beaulieu Encyclopedia of the Automobile, Londra, Regno Unito, HMSO, 2000, ISBN 1-57958-293-1.
  • (EN) Floyd Clymer, Treasury of Early American Automobiles, 1877-1925, New York, Bonanza Books, 1950.
  • (EN) Nick Georgano, Cars: Early and Vintage, 1886-1930, Grange-Universal, 1985, ISBN 1-59084-491-2.

Altri progettiModifica