Apri il menu principale
Renato Miglioli
Renato Miglioli.jpg
Renato Miglioli con la maglia del Novara
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1957 - giocatore
1958 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1938-1941 Pirelli ? (?)
1941-1942 Catania 9 (4)
1946-1947 Gallaratese 37 (6)
1947-1949 Atalanta 70 (10)
1949-1952 Inter 86 (9)
1952-1954 Novara 51 (9)
1954-1956 Lanerossi Vicenza 47 (5)
1956-1957 Cremonese 14 (1)
Carriera da allenatore
1956-1957Cremonese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Renato Miglioli (Caronno Varesino, 3 ottobre 19216 luglio 2007[1]) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centrocampista.

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

Comincia a giocare con la formazione della Pirelli Milano, composta prevalentemente da operai dell'omonima azienda, con cui scala le categorie fino alla Serie C. Viene poi acquistato dal Catania, sempre in Serie C, dove disputa 7 gare siglando 4 reti.

Lo scoppio della seconda guerra mondiale lo obbliga alla sospensione dell'attività sportiva per adempiere alla chiamata alle armi. Al termine degli eventi bellici riprende a giocare nella Gallaratese, in Serie B, dove disputa un campionato (stagione 1946-1947).

Nell'estate 1947 viene acquistato dall'Atalanta, con cui esordisce in Serie A (il 14 settembre 1947 in occasione del successo interno sul Bari), e disputa due stagioni da titolare per poi passare all'Inter nel 1949.

Con i nerazzurri milanesi resta per tre anni ritagliandosi spazi nel centrocampo per poi trasferirsi al Novara, sempre nel massimo campionato, nel 1952.

Dopo un biennio con i piemontesi e 7 campionati di massima serie consecutivi nel 1954 accetta di scendere di categoria passando al Lanerossi Vicenza, dove contribuisce alla vittoria del campionato e alla conseguente promozione in serie A.

Dopo un'altra stagione in massima serie coi veneti, chiude la carriera di calciatore con la Cremonese in Serie C, dopo aver totalizzato complessivamente 233 presenze e 31 reti in Serie A e 58 presenze e 8 reti in Serie B.

AllenatoreModifica

Nella stagione 1956-1957, mentre è ancora in attività come calciatore, assume la guida tecnica della Cremonese in sostituzione di Géza Boldizsár. Resta sulla panchina dei grigiorossi anche all'inizio della stagione successiva, venendo sostituito a dicembre da Giorgio Granata ed Ercole Bodini.[2]

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ [1] archiviostorico.gazzetta.it
  2. ^ Unione Sportiva Cremonese, oltre cento anni di storia, di Alexandro Everet e Carlo Fontanelli, Geo edizioni, 2005, pp. 13-210.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Dario Marchetti (a cura di), Renato Miglioli, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.