Apri il menu principale

Robinson, come salvarsi la vita

album di Roberto Vecchioni del 1979
Robinson, come salvarsi la vita
ArtistaRoberto Vecchioni
Tipo albumStudio
Pubblicazione1979
Durata31:09
Dischi1
Tracce9
GenerePop
EtichettaCiao Records (1000)
ProduttoreMichelangelo Romano
NoteUnico album dell'artista per la Ciao Records
Roberto Vecchioni - cronologia
Album successivo
(1980)

Robinson (1979) sottotitolo come salvarsi la vita è un album del cantautore Roberto Vecchioni[1]

Il discoModifica

L'album nasce in un periodo molto confuso per il cantautore: il rapporto con la moglie Irene è in crisi da tempo, ha rotto il contratto con la vecchia casa discografica, la Philips, per passare alla neonata Ciao Records, ed inoltre viene anche accusato di spaccio di sostanze stupefacenti dal giudice istruttore di Marsala, l'accusa si riferisce ad un episodio avvenuto durante una serata alla Festa dell'Unità di Marsala, nel 1977, quando il cantautore avrebbe offerto uno spinello ad un ragazzo quattordicenne.

A seguito delle ammissioni del ragazzo Vecchioni venne arrestato e rilasciato dopo alcuni giorni, il ragazzo in seguito ritrattò ma il processo proseguì per qualche anno, per concludersi alla fine con la sua assoluzione.

L'uscita del disco, che doveva essere pubblicato in giugno, venne fatta slittare (a causa di queste vicende) all'autunno; inoltre dalla disavventura Vecchioni trasse l'ispirazione per scrivere due canzoni di questo disco, Lettera da Marsala e Signor giudice, quest'ultima un attacco alla magistratura e alle lacune del sistema giudiziario che il cantautore aveva sperimentato in prima persona visto che il giudice che lo aveva fatto arrestare era poi partito il giorno dopo per le vacanze al mare, e solo dopo un mese interrogò, al suo ritorno, Vecchioni. L'episodio è citato nei versi iniziali della canzone: «Signor giudice le stelle sono chiare per chi le può vedere magari stando al mare...».

CreditiModifica

Le registrazioni furono effettuate negli studi GRS Sound di Milano (il tecnico del suono è Bruno Malasoma), allo studio Fontana sempre di Milano (tecnico del suono: Pino Ciancioso) e negli Stone Castle Studios di Carimate (il tecnico è Allan Goldberg).

I testi e le musiche sono tutti di Vecchioni, tranne che per Luci a San Siro (che è reincisa senza la prima strofa), la cui musica è di Andrea Lo Vecchio, le edizioni musicali delle canzoni sono di proprietà delle Edizioni Babajaga, mentre gli arrangiamenti sono di Mauro Paoluzzi (tranne per gli archi in Mi manchi e Lo stregone e il giocatore, arrangiati dallo stesso Vecchioni).

Robinson è il primo di una serie di dischi di Vecchioni con la copertina disegnata da Andrea Pazienza (è apribile e illustra una serie di disegni) le foto interne invece sono opera di Maria Pia Giarré.

TracceModifica

LATO A

  1. Signor giudice (un signore così così) - 4:25
  2. Roland - Chanson de geste, chanson sans geste - 3:24
  3. Mi manchi - 3:11
  4. Luci a San Siro - 4:06
  5. Come salvarsi la vita - 2:05

LATO B

  1. Lettera da Marsala- 2:35
  2. Robinson- 5:43
  3. Lo stregone e il giocatore - 4:15
  4. Allonsanfan - 1:34
  5. Vorrei - 3:41

FormazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Tutte le notizie inerenti al disco, nonché quelle sui musicisti, sono tratte dalle note riportate nella copertina della prima edizione in vinile dell'album

BibliografiaModifica

  • Sergio Secondiano Sacchi - Voci a San Siro - Edizioni Arcana
  • Paolo Jachia - Roberto Vecchioni Le donne, i cavalier, l'arme, gli amori - Fratelli Frilli editori

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica