Apri il menu principale
Beato Roman Lysko
Blessed Roman Lysko (1914 – 1949).jpg
 

presbitero e martire

 
Nascita14 agosto 1914
Morte14 ottobre 1949
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione27 giugno 2001

Roman Lysko (in ucraino: Роман Лиско?) (Oblast' di Leopoli, 14 agosto 1914Leopoli, 14 ottobre 1949) è stato un presbitero ucraino della Chiesa greco-cattolica ucraina, vittima della persecuzione dei cristiani in URSS. Papa Giovanni Paolo II lo dichiarò martire e lo proclamò beato nel 2001.

BiografiaModifica

Studiò teologia all'Accademia teologica di Leopoli, si sposa e poi, assieme alla moglie, si dedica con passione all'educazione dei giovani. Il 28 agosto 1941 ordinato sacerdote dal metropolita Andrej Szeptycki. Il 9 settembre 1949 viene arrestato dagli organi del NKVD e rinchiuso nella prigione di Leopoli. Viene murato vivo nella parete del carcere. Il 10 ottobre 1941 muore a 35 anni. Lascia la moglie e due figli. Beatificato il 27 giugno 2001, durante la visita di papa Giovanni Paolo II in Ucraina, assieme ad altri 24 greco-cattolici.

FontiModifica

Collegamenti esterniModifica