Romana Rompato

Romana Rompato (Schio, 1º ottobre 188423 ottobre 1955) è stata una poetessa italiana.

Oggetti appartenenti alla poetessa scledense Romana Rompato donati alla biblioteca civica di Schio

BiografiaModifica

Figlia di Domenico e Luigia Gaffi, si diplomò nel 1894 presso la Regia Scuola Normale di Verona[1]. Visse e lavorò sostanzialmente a Schio, sua città di nascita, dedicandosi, oltre alla poesia, all'insegnamento.

Alternò l'attività di poetessa con quella di autrice di pubblicazioni di testi grammaticali e antologici a uso delle scuole primarie.

OpereModifica

  • La canzone del Grillo: illustrazioni di Gianna Tesi Pezzuti, Brescia, Ed. La Scuola, 1952
  • Le consolatrici: versi, Venezia, Tip. G. Rumor, 1913
  • Verso il bene per il 6. centenario Dantesco / Romana Rompato, Schio, Tipografia Pasubio, 1921
  • Un poema marinaro, Treviso : Longo & Zoppelli, 1929
  • Liriche, Roma : Nuova antologia, 1929
  • Il paese dei ricordi, Milano, Ed. La Prora, stampa 1934
  • La canzone di Monte Pasubio, Schio, Arti grafiche Manifattura etichette, 1934
  • Terra in fiore, Milano, La Prora, 1936
  • C. Bolognesi: Le pagine dell'ascesa. scelte e presentate da Romana Rompato, Vicenza : Tip. Zola & Fuga, 1943
  • Rinascita: letture antologiche per la classe quinta elementare, con illustrazioni di Renzo Pasquotti, Milano, La prora, 1946
  • Grammatica, Vicenza, Aquarius, stampa 1946-1947
  • Sorrisi: libri per la prima classe, Milano : Vallardi, 1951
  • Rosario di madreperla: versi, Siena, Ed. Maia, (Tip. La Poligrafica), 1954
  • Girotondo fiorito, Firenze, Marzocco, 1956

RiconoscimentiModifica

  • 1938 - Diploma di benemerenza di prima classe con facoltà di fregiarsi di medaglia d'oro.
  • 1949 - Il Comune di Schio le ha conferito la medaglia d'oro al merito, inserendola ufficialmente dell'albo dei cittadini illustri.
  • Premio di Incoraggiamento della Fondazione Fusinato[2][3]

IntitolazioniModifica

  • La città di Schio le ha intitolato l'omonima Via Romana Rompato e la Scuola Superiore Magistrale (ora soppressa).
  • Sulla facciata del Rifugio Papa sul Monte Pasubio è posta una lapide che riporta una sua poesia.

NoteModifica

  1. ^ Sebastiano Rumor, Gli scrittori vicentini del secolo decimottavo e decimono, Venezia, Tipografia Emiliana, 1907.
  2. ^ Giornale della Libreria.
  3. ^ La Famiglia Fascista, 1934.

BibliografiaModifica

  • C. Bisi, Poetesse d'Italia, Milano, Riccardo Quinteri Editore, 1916.
  • P. Schiarini, L'offensiva austriaca nel Trentino, Roma, Libreria del Littorio, 1926.
  • M. Gastaldi, Donne luce d'Italia, (s.l.), Grazzini, 1930.
  • "Bollettino del Comitato Cattolico per l'omaggio a Dante Alighieri", Ravenna, Scuola Tipografia Salesiana, 1921.
  • "Il frontespizio: rassegna mensile", Firenze, Vallecchi, 1935
  • "Almanacco annuario della donna italiana", Firenze, Parenti, 1936.
  • "Echi e commenti: rassegna universale della stampa", Roma, Tip.Ed. Laz., 1937 (numero unico)
  • "Il ragguaglio dell'attività culturale, letteraria ed artistica dei cattolici in Italia", Milano Istituto di Propaganda Libraria, 1937 - anno VIII.
  • "I diritti della scuola", G. Martinelli, 1939.
  • P. Marchi, Romana Rompato: poetessa di Schio, "Schio numero unico", 1976
  • Quattro saggi su Romana Rompato: per l'intitolazione dell'Istituto magistrale statale, Schio Tipo-lito Greselin, 1977.
  • R. Bortoli, Una vita che ancora risuona, "Vicenza: rivista della Provincia", fascicolo 6 (7)/7.

Altri progettiModifica