Ronnie Brunswijk

politico surinamese
Ronnie Brunswijk
Brunswijk waarnemend.png

Vicepresidente del Suriname
In carica
Inizio mandato 16 luglio 2020
Presidente Chan Santokhi
Predecessore Ashwin Adhin

Dati generali
Partito politico Partito Riformatore Progressista

Ronnie Brunswijk (Moengotapoe, 7 marzo 1961) è un politico surinamese, vicepresidente del Suriname e presidente dell'Inter Moengotapoe.

È stato il leader dei ribelli Jungle Commando durante la Guerra civile del Suriname.

BiografiaModifica

Lottò contro il regime di Dési Bouterse[1], del quale fu in precedenza una guardia personale.

Venne processato e condannato nel 1999 a 8 anni di prigione dalla corte di Haarlem per crimini relativi allo spaccio di droga e a dieci dai tribunali francesi.[1] Un mandato di cattura internazionale è stato emesso a suo carico ma il suo paese non ha concesso l'estradizione.[1] In Suriname, Ronnie Brunswijk è un ricco uomo d'affari, proprietario e presidente del club calcistico dell'Inter Moengotapoe, con cui ha esordito il 21 settembre 2021, a sessant'anni e 198 giorni di età, nell'incontro valido per gli ottavi di finale della CONCACAF League 2021 perso per 6-0 contro gli honduregni dell'Olimpia.[1] Inoltre, con questa presenza, è diventato il calciatore più anziano a giocare un torneo ufficiale di club nell'area CONCACAF.

Nelle elezioni nazionali per il parlamento del Suriname avvenute a maggio 2005, il partito ABOP, guidato da Ronnie Brunswijk, partecipò insieme ad una lista di tre partiti. La lista ottenne 4 seggi permettendogli di essere eletto in parlamento.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37714201 · ISNI (EN0000 0000 1385 9165 · LCCN (ENn88032391 · GND (DE118877305 · BNF (FRcb12265277c (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n88032391