Rosa Klebb

Rosa Klebb
Klebb gip.jpg
Rosa Klebb in una delle scene iniziali del film
SagaJames Bond
SoprannomeNumero Tre
AutoreIan Fleming
1ª app. inA 007, dalla Russia con amore
Interpretata daLotte Lenya
Voce italianaLydia Simoneschi
SessoFemmina
EtniaAsiatica
Luogo di nascitaRussia
Data di nascita1898
ProfessioneAgente SPECTRE ed ex agente della SMERSH
Affiliazione

Rosa Klebb è un personaggio fittizio, nemica di James Bond e il principale antagonista del romanzo di Ian Fleming, A 007, dalla Russia con amore (1957), ed è una dei due principali antagonisti del secondo film della serie del 1963.

BiografiaModifica

RomanzoModifica

Il Colonnello Klebb è un membro di alto rango della temuta agenzia di controspionaggio russa SMERSH, dove serve come il supervisore del Dipartimento II (operazioni e esecuzioni). Lei ha una reputazione della supervisione degli interrogatori di agenti nemici nel quale, dopo aver preteso vari metodi di tortura sul bersaglio, parla a loro in un caldo e materno tono in un inusuale e apparente metodo efficace di estrarre informazioni necessarie.

Klebb guida un'operazione per ottenere vendetta su James Bond per il suo coinvolgimento nella morte di due altri agenti operativi SMERSH. In coppia con Kronsteen e Red Grant, Klebb imposta una trappola per Bond, arruolando un impiegato di cifratura, Tatiana Romanova, per far finta di disertare, sostenendo di cadere in amore con Bond. Quando Bond abbocca, Grant lo ucciderà. Questo piano si ritorce contro, tuttavia, quando Tatiana cade veramente in amore con Bond. Dopo che Grant è ucciso, Klebb deve occuparsi di Bond lei stessa.

Lei segue Bond e Tatiana a Parigi e lui la incontra in una camera d'albergo, vestita da una ricca vedova. Dopo aver fallito di ucciderlo con una pistola nascosta in un telefono, lo avvelena con successo mediante un dardo veleno a punta nascosto nella scarpa; lei viene quindi catturata dall'amico di Bond, Rene Mathis, del Duxieme Bureau. Il romanzo finisce quando Bond crolla a terra; Fleming aveva finito la storia come tale nel caso in cui decise di non scriverne un altro, ponendo fine alla serie con la morte di Bond. Nel prossimo romanzo, Dr. No, M rivela che Bond è sopravvissuto a causa dell'intervento tempestivo di Mathis, e che Klebb era poi morta.

FilmModifica

Rosa Klebb è un ex agente SMERSH che ha disertato per diventare un membro di SPECTRE (Blofeld si riferisce a lei come "Numero Tre"). Lei usa il piano di Kronsteen per ottenere il dispositivo Lektor e uccidere Bond. Ella assume Tatiana Romanova per aiutare Bond a rubare il Lektor, e quindi invia Red Grant a uccidere Bond e recuperarlo.

Quando Grant muore per mano di Bond, Blofeld chiama sia Kronsteen e Klebb e vuole sapere chi è il responsabile per il fallimento. Infine, Kronsteen viene giustiziato e alla Klebb viene concesso un ultimo tentativo di ottenere Bond e il Lektor.

Posando come una cameriera, lei entra nella suite di Bond e cerca di prendere il Lektor; quando è scoperta ella punta una pistola a Bond. Tatiana Romanova poi la distrae, facendole cadere la pistola, e Bond e Klebb lottano. Come nel romanzo, Klebb tenta di calciare Bond con la punta della lama avvelenata della scarpa, ma Bond blocca l'attacco con una sedia. Tatiana poi prende la pistola di Bond e spara alla Klebb nel petto, uccidendola.

Altre apparizioniModifica

Rosa Klebb compare nel videogioco Dalla Russia con amore (2005) ispirato al film originale e al romanzo di Fleming.

AccoglienzaModifica

La Klebb è stata classificata nella lista dei 10 migliori cattivi di Bond Times nel 2008.

CuriositàModifica

  • Molti fan della serie considerano Rosa Klebb la cattiva principale del romanzo e del film ma secondo altri così non è visto che deve rispondere ad un suo superiore (il capo della SMERSH G nel romanzo e il Numero Uno della SPECTRE Ernst Stavro Blofeld nel film).

Voci correlateModifica

  Portale James Bond: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di James Bond