Apri il menu principale
Roscón de Reyes
Roscón de Reyes con panna
In Messico si chiama rosca de Reyes ed è decorata con fico e ate.

Il roscón de Reyes (traduzione italiana Ciambella dei Re Magi) noto anche come rosca de Reyes in America Latina o rosco de Reyes (torta dei Re Magi) è un dolce spagnolo a forma di ciambella decorato con frutta candita o caramellata in vari colori. Può essere ripieno di panna montata o crema. Esistono anche le varianti tartufo e cioccolato. All'interno del dolce sono presenti due "sorprese", normalmente statuette di ceramica o di plastica, che i commensali potrebbero trovare nella propria fetta. Una caratteristica degna di nota è che dentro il roscón è presente anche una fava secca: è tradizione che colui che trova la fava paghi il roscón. Si mangia il 6 gennaio, in occasione dell'Epifania.

Per influenze successive, questo dolce natalizio si consuma anche in altri paesi ispano parlanti (principalmente in Argentina e Francia nelle stesse date, e in Portogallo). Spesso è accompagnato da una tazza di cioccolato. Si può mangiare a colazione o a merenda. L'impasto è aromatizzato con acqua di fiori d'arancio, che gli conferisce il suo caratteristico sapore.

StoriaModifica

L'origine del roscón de Reyes sembra essere in relazione con i Saturnalia romani, le feste dedicate al dio Saturno in concomitanza con i giorni successivi al solstizio di inverno. Per questi festeggiamenti, si elaboravano torte rotonde con fichi, datteri e miele, che venivano distribuite indistintamente a plebei e schiavi. Già nel secolo III, si introduceva all'interno del dolce una fava secca e il fortunato a cui capitava veniva nominato re dei re per un breve periodo di tempo precedentemente stabilito.

Altri progettiModifica