Rosetta Pizzo

cantante italiana

Rosetta Pizzo (Adria, 19 luglio 1943) è un soprano italiano.

Rosetta Pizzo

BiografiaModifica

Nata in una famiglia appassionata di musica lirica, venne chiamata dal padre Rosetta in onore di Rosetta Pampanini e iniziò a studiare canto ancora adolescente. Dopo aver conseguito il diploma magistrale è stata ammessa al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, città ove ha frequentato anche l’Università Ca’ Foscari. Allieva della classe di Maria Carbone con Maria Chiara, Paola Barbini, Renzo Casellato, Pietro Bottazzo e il futuro marito Francesco Signor, seguì la sua insegnante al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, ove si diplomò nel 1966 con il massimo dei voti. Sempre a Milano ha studiato canto da camera con il M° Antonio Beltrami e ha frequentato due corsi di avviamento al teatro lirico, tenuti dalla signora M. Carbone. Ha, inoltre, seguito i corsi superiori di canto delle Vacanze Musicali tenuti da Maria Carbone e Giulia Tess a Venezia. Vincitrice di vari concorsi musicali, debuttò come Rosina nel Barbiere di Siviglia, dopo aver vinto il ventunesimo Concorso Adriano Belli di Spoleto nel 1967 e aver frequentato i relativi corsi preparatori presso il Teatro dell’Opera di Roma tenuti dal M° L. Ricci, dal M° F. Cavaniglia e dal regista teatrale C. Piccinato. Dopo essersi ritirata dalle scene ha iniziato a insegnare canto con il marito, il basso Francesco Signor.

Vocalità e caratteristiche interpretativeModifica

Il critico musicale Renzo Allegri ha scritto di lei: “La voce di timbro rarissimo e di non comune estensione le ha permesso di eseguire con naturalezza qualsiasi virtuosismo vocale. Artista del trillo, del picchettato, dell'arpeggio, delle agilità e del legato si è distinta anche per le doti d'attrice e la sensibilità interpretativa assolutamente moderna. Il suo virtuosismo vocale non è mai fine a se stesso ma strumento per rendere la dimensione drammatica del belcantismo all'italiana in modo autentico, palpitante e coinvolgente.

CarrieraModifica

Soprano lirico-leggero, nel suo vasto repertorio operistico ha ottenuto grandi successi soprattutto interpretando ruoli belliniani (La Sonnambula, I puritani), donizettiani (Lucia di Lammermoor, L'elisir d'amore, Don Pasquale), verdiani (Rigoletto, La traviata), rossiniani (Il barbiere di Siviglia, La gazzetta, La gazza ladra). È stata inoltre protagonista di vari recuperi storici, tra cui il Don Procopio di Georges Bizet al Teatro San Carlo di Napoli, il Crispino e la comare dei fratelli Ricci per il Gran Teatro La Fenice di Venezia e La prova di un'opera seria di F. Gnecco per il Teatro Lirico di Cagliari. Dal 1967 al 1992 ha calcato i palcoscenici dei maggiori teatri in Italia e all’estero.

L'interesse per il recupero di brani musicali ha reso Rosetta Pizzo interprete di numerose arie di Buzzolla, oramai dimenticate, e di arie di musica da camera.

Repertorio principaleModifica

Opera liricaModifica

Musica sacraModifica

Musica da cameraModifica

BibliografiaModifica

  • Rosetta Pizzo di R. Allegri, articolo
  • Profili di cantanti lirici veneti, di Paolo Padoan, Bongiovanni Editore, Bologna, 1978
  • Voci venete nel mondo: i cantanti lirici veneti nella storia dell’Opera e del canto, di Paolo Padoan, Arti Grafiche Diemme (2001)
  • Non ti scordar di me, Interviste a cantanti lirici di un recente passato, di Bruno Baudissone, 2016
  • I teatri nel Mondo: La Fenice, Nuove Edizioni, 1972

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica