Ruthie Henshall

attrice, cantante e ballerina inglese

Valentine Ruth "Ruthie" Henshall (Bromley, 7 marzo 1967) è un'attrice, cantante e ballerina inglese, nota soprattutto come interprete di musical nei teatri del West End.

Valentine Ruth "Ruthie" Henshall

BiografiaModifica

Ruthie Henshall è nata nella cittadina di Orpington e ha studiato alla Laine Theatre Arts School di Epson, nel Currey. Dopo alcune esperienze teatrali a livello regionale, nel 1987 ha ottenne il ruolo di Maggie nella tournée britannica del musical A Chorus Line, facendo poi pochi mesi più tardi il suo esordio sulle scene londinesi in Cats; la Henshall rimase nel cast del musical per due anni, durante i quali interpretò il ruolo minori di Jemima e fu la sostituta per le parti principali di Demeter, Jellyorum, Griddlebone e, soprattutto, Grizabella, il personaggio che canta la celebre "Memory". Nel 1989 lasciò la compagnia di Cats per unirsi al cast originale di Miss Saigon al Theatre Royal Drury Lane. Dopo aver recitato nella produzione originale di Children of Eden, nel 1991 lavorò prevalentemente al Festival Teatrale di Chichester, apparendo in numerose opera di prosa tra cui l'Enrico VIII di William Shakespeare. Nel 1992 tornò sulle scene londinesi e all'età di venticinque anni interpretò Fantine nel musical Les Misérables al Palace Theatre. Il ruolo le diede la possibilità di cantare la famosa I Dreamed a Dream facendola conoscere al grande pubblico.[1] L'anno successivo ottenne un grande successo con il musical Crazy for You al Prince Edward Theatre, ricevendo la sua prima candidatura al Laurence Olivier Award alla miglior attrice in un musical. L'anno successivo fu la protagonista Amalia Balash nel musical She Loves Me al Savoy Theatre e per la sua performance vinse il Laurence Olivier Award alla miglior attrice in un musical. Sempre nel 1995 cantò la musica di George Gershwin alla Royal Festival Hall e tornò a cantare il ruolo di Fantine in occasione del concerto per il decimo anniversario di Les Misérables alla Royal Albert Hall.[2]

Nel 1996 recitò al London Palladium interpretando Nancy in un revival del musical Oliver! diretto da Sam Mendes. Nel 1997 tornò a calcare le scene londinesi nel musical Chicago in scena all'Adelphi Theatre e per la sua performance nel ruolo di Roxie Hart ha ottenuto la sua terza candidatura al premio Olivier, anche se la statuetta andò ad Ute Lemper, sua co-protagonista in Chicago.[3] La carriera della Henshall rimase legata a Chicago per molti anni a venire. Nel 1999, infatti, fece il suo esordio a Broadway nella produzione stabile di Chicago, questa volta nel ruolo che fu della Lemper, quello di Velma Kelly.[4] Sempre nel 1999 recitò nuovamente a Broadway con Carol Burnett, George Hearn e John Barrowman nella rivista Putting It Together, mentre l'anno successivo recitò ne I monologhi della vagina nell'Off-Broadway e nella produzione newyorchese di Miss Saigon nel ruolo della co-protagonista Ellen.[5][6] Nel 2001 tornò a Londra per recitare nel musical Peggy Sue Got Married, che le valse una quarta nomination al Laurence Olivier Award; nello stesso anno recitò anche nella produzione londinese de I monoghi della vagina. Nel 2003 ha recitato nuovamente in Chicago all'Adelphi Theatre, questa volta nel ruolo di Velma Kelly.[7] Nello stesso anno si unì anche alla tournée britannica del musical di Ann Reinking Fosse, seguito nel 2004 da The Woman in White di Andrew Lloyd Webber nel West End londinese.[8]

Dopo aver recitato in The Other Woman (2006) e Stairway to Paradise (2007) a New York, nel 2008 fu l'eponima protagonista di Marguerite nel West End, ottenendo così una quinta candidatura al Premio Laurence Olivier.[9] L'anno successivo tornò nel West End per interpretare nuovamente Roxie Hart in Chicago. Nel 2010 tornò a recitare a Broadway nella produzione locale di Chicago nel ruolo di Roxie.[10] Nel 2011 fece una rara apparizione nel teatro di prosa, interpretando Elvira nella commedia di Noel Coward Spirito allegro all'Apollo Theatre. Negli anni 2010 l'attività teatrale della Henshall si è diradata e l'attrice ha recitato prevalentemente in edizioni concertistiche di musical, piuttosto che in produzioni teatrali in scena per mesi nello stesso teatro. Nel 2012 ha recitato in un allestimento semi-scenico di Side By Side By Sondheim a Sydney e in una versione concertistica di Guys and Dolls alla Cadogan Hall di Londra.[11] Tra il 2014 e il 2016 ha interpretato la maestra di danza Mrs Wilkins in Billy Elliot the Musical al Victoria Palace Theatre;[12] nell'aprile 2015 prese parte anche un allestimento concertistico di Follies alla Royal Albert Hall, interpretando la protagonista Sally Durant Plummer accanto a un cast che annoverava anche Christine Baranski e Betty Buckley.[13] Nel 2018 è tornata a recitare in Chicago, questa volta in un revival in scena al Phoenix Theatre con il premio Oscar Cuba Gooding Jr. e Josefina Gabrielle.[14]

Vita privataModifica

Ha avuto una relazione di due anni con Edoardo, conte di Wessex ed è stata brevemente fidanzata con John Gordon Sinclair a metà degli anni novanta.[15][16] Nel 2004 si è sposata con Tim Howar, da cui ha avuto due figli; nel 2009 la coppia si è separata.[17]

Filmografia (parziale)Modifica

TelevisioneModifica

LibriModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) BWW News Desk, Olivier Award winner Ruthie Henshall Will Tour In THE SOUND OF MUSICALS This Winter, su BroadwayWorld.com. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  2. ^ (EN) Tom Hooper's Les Miserables: The many faces of Fantine, su The Telegraph. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) David Lefkowitz, Lemper & Henshall London Chicago Opens Nov. 18, su Playbill, Mon Nov 17 01:00:00 EST 1997. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) Kenneth Jones, Ruthie Henshall & Belle Calaway Are New Sirens of Bway Chicago, May 25, su Playbill, Tue May 25 02:00:00 EDT 1999. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Ben Brantley, THEATER REVIEW; Side by Side, a Veiled Spirit And a Heart Upon the Sleeve (Published 1999), in The New York Times, 22 novembre 1999. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Kenneth Jones, Henshall Will Be Ellen in Final Weeks of Bway Miss Saigon Beginning Dec. 31, su Playbill, Thu Nov 16 01:00:00 EST 2000. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  7. ^ (EN) Ruthie Henshall to Return to West End Chicago, su Playbill, Thu Mar 20 14:56:00 EST 2003. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  8. ^ (EN) Andrew Gans, Henshall, Humbley, Silber, Collett and Cormick to Join London's Woman in White, su Playbill, Thu Jun 16 11:15:00 EDT 2005. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  9. ^ (EN) Matthew Blank, PHOTO CALL: Marguerite, with Henshall and Ovenden, at London's Theatre Royal Haymarket, su Playbill, Fri May 16 15:45:00 EDT 2008. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  10. ^ (EN) Andrew Gans, Ruthie Henshall to Return to Broadway's Chicago, su Playbill, Wed Apr 07 19:21:00 EDT 2010. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  11. ^ (EN) Andrew Gans, Ruthie Henshall Will Star in Concert Staging of Guys and Dolls, su Playbill, Tue Jul 31 12:01:00 EDT 2012. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  12. ^ (EN) Andrew Gans, Billy Elliot — Starring Ruthie Henshall and Original Billy, Liam Mower — Broadcast on PBS Tonight, su Playbill, Fri Oct 23 00:00:47 EDT 2015. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  13. ^ (EN) Adam Hetrick, Christine Baranski and Ruthie Henshall to Headline Follies Concert at Royal Albert Hall, su Playbill, Fri Jan 16 11:00:22 EST 2015. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  14. ^ (EN) Andrew Gans, Casting Complete for London Revival of Chicago, Starring Cuba Gooding Jr. and Ruthie Henshall, su Playbill, Mon Mar 12 10:25:49 EDT 2018. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  15. ^ Henshall talks of love for prince, in BBC, 17 agosto 2008. URL consultato il 22 maggio 2016.
  16. ^ (EN) Ruthie Henshall: 'I felt that I was losing my mind', su The Telegraph. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  17. ^ (EN) Who is I'm A Celebrity star Ruthie Henshall's ex-husband Tim Howar?, su The Sun, 19 novembre 2020. URL consultato il 17 dicembre 2020.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17455306 · ISNI (EN0000 0000 5520 3455 · LCCN (ENn97856034 · GND (DE13509660X · BNF (FRcb14507674g (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n97856034