Apri il menu principale

SAO 158687

stella nella costellazione della Bilancia
SAO 158687
SAO 158687
Libra IAU.svg
ClassificazioneGigante arancione
Classe spettraleK1.5IIIFe-1
Distanza dal Sole∼5 860 anni luce
CostellazioneBilancia
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta14h 38m 11,78s
Declinazione-14° 57′ 17,17″
Dati fisici
Raggio medio81[1] R
Massa
5,44[2] M
Temperatura
superficiale
4168 K[1] (media)
Luminosità
1800[1] L
Dati osservativi
Magnitudine app.8,77
Parallasse0,5568 mas
Moto proprioAR: -53,226 mas/anno
Dec: -12,571 mas/anno
Velocità radiale-48,25 km/s
Nomenclature alternative
BD-14 3996, HD 128598, HIP 71567, 2MASS J14381178-1457171, Gaia DR2 6286945884908445824

Coordinate: Carta celeste 14h 38m 11.78s, -14° 57′ 17.17″

SAO 158687 è una stella di magnitudine 8,8 della costellazione della Bilancia[3]. La stella è nota per aver permesso la scoperta degli anelli di Urano nel 1977.

La scoperta è avvenuta per caso: quando un gruppo di scienziati il 10 marzo 1977 si misero ad analizzare Urano per studiare la sua atmosfera, notarono una variazione di luminosità della stella. Questo dato insieme ad altri dati ricavati da prescoperte, permisero di individuare 9 anelli di Urano[4].

Secondo osservazioni compiute dal satellite Gaia la stella sarebbe accompagnata da un oggetto substellare, probabilmente una nana bruna, avente una massa 96 volte quella di Giove e che orbita a circa 2,96 UA dalla principale, una gigante arancione con un raggio circa 80 volte quello del Sole.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b c Gaia DR2 (Gaia Collaboration, 2018) VizieR
  2. ^ a b Binarity of Hipparcos stars from Gaia pm anomaly (Kervella+, 2019)
  3. ^ SAO 158687, su simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 17 maggio 2018.
  4. ^ J. L. ELLIOT, E. DUNHAM e D. MINK, The rings of Uranus, in Nature, vol. 267, nº 5609, 1977-05, pp. 328–330, DOI:10.1038/267328a0.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni